Violenza sulle donne, la Kickboxing scende in campo

L'iniziativa della Federazione: dal 21 al 29 novembre corsi gratuiti di difesa personale in tutta Italia

TORINO - Il 31,5% delle donne italiane ha subìto violenza fisica o sessuale almeno una volta nella vita. Sono 6 milioni e 788mila, una donna su tre (fonte: Istat, dati giugno 2015 in riferimento a quinquennio 2009-2014). Ecco perché, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, la FIKBMS (Federazione italiana Kickboxing, Muai Thai, Savate e Shoot Boxe) lancia, con il patrocinio della Polizia di Stato, 'Colpita, affondato', una settimana di corsi e stage gratuiti di difesa personale destinati alle donne. L’elenco delle strutture aderenti all'iniziativa è disponibile sul sito fikbms.net. «Quando un uomo usa violenza contro una donna tocca il punto più basso che possa raggiungere. E se nella lotta alla violenza di genere sono stati fatti notevoli passi avanti, non è ancora il momento di mollare perché questo fenomeno aberrante va sconfitto. E lo sport, in questo percorso, ha un ruolo importante» spiega Donato Milano, presidente della FIKBMS. «La Federazione ha deciso di dedicare due settimane l’anno a corsi gratuiti di difesa femminile in corrispondenza del 25 novembre e dell’8 marzo – prosegue Milano -. Con 'Colpita, affondato' intendiamo offrire alle donne gli strumenti per potersi difendere e al contempo vogliamo lanciare un messaggio forte: per 'affondare' una volta per tutte la violenza è necessario trovare il coraggio di denunciare. Non possiamo permetterci di 'abbassare la guardia'».

Kick Boxing, 5 mosse per l'autodifesa
Guarda il video
Kick Boxing, 5 mosse per l'autodifesa

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...