Oktagon 2023: Torino torna “capitale” degli sport da combattimento

Riflettori accesi sulla sfida mondiale “Faraoni vs. Stoica”. Al PalaRuffini (il 18 novembre) il più importante evento tricolore di combat sports. La card della 26ª edizione arricchita da tre titoli iridati ISKA
Oktagon 2023: Torino torna “capitale” degli sport da combattimento

TORINO – Sarà nuovamente Torino ad ospitare Oktagon, show internazionale che ha dato il via, nel nostro Paese (nel lontano 1996), all’esplosione mediatica degli sport da combattimento (tra questi la kickboxing, la thai boxe, la savate e le MMA). L’evento, ideato dal promoter Carlo Di Blasi, è in programma al PalaRuffini (ora Palazzetto Gianni Asti, nel quartiere torinese di Pozzo Strada) il prossimo sabato 18 novembre. Quest’anno, l’evento-clou del calendario italiano (in programma 16 matchnazionali/internazionali), taglierà il traguardo della 26ima edizione.
L’evento vede, in prima fila, come presenting sponsor, il marchio Tsunami Nutrition (lo affiancheranno RTL 102.5 e Leone Sport nel ruolo di gold sponsor, assieme ai co-sponsor Clappit e Printable).
“Tornare a Torino, da un lato è come ritrovarsi a casa, dall’altro è un appuntamento con la storia. Gli sport da combattimento, sono nati proprio nel capoluogo piemontese, molti anni fa, prima della definitiva esplosione in tutte le più importanti regioni italiane” ha dichiarato Carlo Di Blasi. “Oktagon 2023 sarà la definitiva consacrazione per tanti campioni, di profilo internazionale, in diverse specialità. Promettiamo emozioni e spettacolo (a partire dall’atteso titolo mondiale ISKA Faraoni vs. Stoica) per le migliaia di appassionati che verranno ad assistere alle sfide della card in costruzione proprio in queste ore, con l’obiettivo dichiarato di raggiungere il sold out ancor prima della data dell’evento”.

Il più atteso a Torino: Faraoni

Tre i titoli mondiali messi in palio, durante la serata di Oktagon, dalla ISKA (la International Sport Kickboxing Association).  Il più atteso, a Torino, è appunto tra il neo campione mondiale dei pesi massimi (-95kg), il fighter romano Mattia Faraoni (atleta, ma anche “influencer” di successo con oltre 450mila follower), e il popolare campione rumeno Bogdan Stoica, già detentore di cinture in vari circuiti (tra questi “Super Kombat”, “Enfusion”, “WAKO” e “WKU”). Nella categoria ISKA fino a 59 kg (tra le più spettacolari per la velocità di esecuzione dei suoi principali interpreti) si affronteranno, sempre per il titolo mondiale, il milanese Mirko Flumeri (campione europeo in carica) e Takumi Terada della scuderia giapponese Sagami Ono Krest (tra le più popolari del circuito “K-1”).
Titolo iridato in palio anche per l’ucraino Taras Hnatchuk opposto al marocchino Hamza Imane. I due campioni si affronteranno, sulla classica distanza dei titoli mondiali (5 round da 3 minuti), nelle regole della kickboxing (“fight code rules”), per il titolo fino a 70kg (nella storia di questa specialità, assegnato sempre a grandi campioni).
Taras, soprannominato “Babayaga” (nella lingua ucraina sta per “uomo nero”), è un “K.O.- man” d’eccezione, con pugni d’acciaio, ed è già campione del mondo ISKA in una categoria superiore. Hamza invece ha conquistato la cintura ISKA in una categoria inferiore di peso. Questo match, per molti addetti ai lavori, sarà la “Sfida dei Campioni”.

La “pattuglia” dei fighter piemontesi

Grande attesa al PalaRuffini anche per l’azzurro Christian Guiderdone. Nella main card di Oktagon, il campione piemontese (nato a Brandizzo, in provincia di Torino, iridato ISKA nella categoria “fight code rules” fino a 75kg) affronterà il temibile spagnolo-marocchino Mohamed Bullalmaund. Previsti anche due derby torinesi: nella categoria fight code rules (fino a 70 kg) si affronteranno Luigi Saracoe Riccardo Allena; in quella fino a 75kg (sempre FCR) Alessandro Venuto e Kevin Redruello. A completare il parterre torinese il fighter Ruben Sciortino (muay thai – fino a 65kg) opposto al 28enne senegalese Adama “Blindé” Diop (proveniente da una importante promotion sudafricana) con esperienze anche nelle MMA (in occasione di Oktagon 2023 sono previsti due incontri di Arti Marziali Miste).
In fase di definizione infine l’atteso match femminile “International Prestige Fight” (categoria di peso fino a 57kg) tra i più interessanti della “card” di Oktagon e i due eventi di MMA, con l’obiettivo di attrarre il pubblico appassionato di Mixed Martial Arts.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti

Loading...