Tamberi 2° nella Diamond League: a Birmingham vince Lovett

Il campione olimpico del salto in alto supera quota 2,25 al primo tentativo, poi sbaglia tre volte a 2,28 e chiude alle spalle del canadese
Tamberi 2° nella Diamond League: a Birmingham vince Lovett© Getty Images

BIRMINGHAM (Inghilterra) - 5 centimetri in più: non ancora la misura a cui ambisce, ma comunque un grande passo in avanti per Gianmarco Tamberi, sulla strada che porterà ai Mondiali di Eugene - nel mese di luglio - passando per il Golden Gala Pietro Mennea del 9 giugno. A Birmingham il campione olimpico del salto in alto supera quota 2,25 al primo tentativo e poi sbaglia per tre volte a 2,28: chiude al secondo posto, nella seconda tappa della Wanda Diamond League, e dimostra comunque una crescita rispetto al debutto da 2,20 di otto giorni fa a Doha. La misura di 2,28 riesce invece al canadese Django Lovett che si aggiudica la gara, prima di tre errori a 2,31. Terzo posto per il polacco Norbert Kobielski (2,25 ma alla terza). Non meglio di 2,18 per i due medagliati dei Mondiali indoor Loic Gasch (Svizzera) e Hamish Kerr (Nuova Zelanda). "C'è ancora tanto da lavorare - le parole di Gimbo - non posso dire di essere soddisfatto ma sicuramente è andata meglio che a Doha, dove c'era stato un debutto indegno. Oggi qualcosina di migliore si è visto, ma faccio fatica quando serve la zampata, avendo ancora confusione tecnica. Da sabato prossimo, a Trieste, è ora di cominciare a salire sopra i 2,30. Questi sono tutti allenamenti in vista del Mondiale: se perdo qui, non significa che perderò a Eugene. Conta vincere quando si indossa la maglia della Nazionale".

Tamberi che salti, meglio di un canguro
Guarda il video
Tamberi che salti, meglio di un canguro

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...