Tuttosport.com

Ciclismo, mondiali pista: Ganna primo oro azzurro, argento alla Paternoster
© Getty Images
0

Ciclismo, mondiali pista: Ganna primo oro azzurro, argento alla Paternoster

Le prime medaglie per l'Italia in Polonia arrivano dall'inseguimento maschile e dall'omnium femminile. Lo sprinter piemontese ha sfiorato il record del mondo nelle qualificazioni

venerdì 1 marzo 2019

PRUSZKOW - L'oro di Filippo Ganna e il bronzo di Davide Plebani nell'inseguimento maschile, l'argento di Letizia Paternoster nella maratona dell'omnium. Giornata ricca di soddisfazioni per l'Italia ai Mondiali diciclismo su pista a Pruszkow, in Polonia.

GANNA ORO - Ganna ha conquistato il terzo titolo mondiale dopo Londra 2016 e Apeldoorn 2018 battendo nettamente il tedesco Domenic Weinstein con il tempo di 4'07"992. Ma il capolavoro, lo sprinter di Verbania l'aveva completato nelle qualificazioni stampando uno strepitoso 4'07"456, a soli 2 centesimi dal record del mondo che lo statunitense Ashton Lambie ha stabilito in Messico nel 2018. Davide Plebani, oro quest'anno in Coppa del Mondo di inseguimento a squadre a Hong Kong, conferma il terzo posto delle qualificazioni nella finalina per il bronzo dove, con 4'14"572, ha la meglio sul russo Alexander Evtushenko.

PATERNOSTER ARGENTO - La terza medaglia arriva da Letizia Paternoster che per due punti resta dietro alla campionessa uscente, l'olandese Kirsten Wild nell'omnium. Prima nello scratch, settima nella corsa a tempo e terza nella corsa a eliminazione, Letizia era in testa con 104 punti alla vigilia della corsa a punti. Nell'ultima prova, il duello tra la Wild e l'azzurra ha scandito tutto il finale di gara, soprattutto dopo il terzultimo sprint, quando la Paternoster si era portata a pari punti con l'olandese. Decisiva la posizione che la Wild ha saputo guadagnare al penultimo sprint. Bronzo alla statunitense Jennifer Valente

Commenti