Tuttosport.com

Ciclismo, che finale alla Tirreno-Adriatico! Primoz Roglic trionfa per 1'' davanti a Yates
© LAPRESSE
0

Ciclismo, che finale alla Tirreno-Adriatico! Primoz Roglic trionfa per 1'' davanti a Yates

Una prova a cronometro straordinaria dello sloveno, che recupera i 25 secondi di svantaggio e strappa il primo posto in classifica al britannico. Vince la tappa il belga Campenaerts, secondo Alberto Bettiol

martedì 19 marzo 2019

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - La 54ª edizione della Tirreno-Adriatico si decide in dieci chilometri: l’ultima tappa prevede una prova a cronometro individuale, nella quale Adam Yates deve difendere il primo posto nella classifica generale dagli attacchi di Primoz Roglic. Il britannico della Mitchelton-SCOTT ha un vantaggio di 25 secondi, ma lo sloveno è in piena corsa per la vittoria finale date le sue qualità di cronoman. 

L'ULTIMA TAPPA  I favoriti per la vittoria della 7ª ed ultima tappa della Tirreno-Adriatico sono Stefan KuengRohan Dennis, Tony Martin ma soprattutto Tom Dumoulin: l’olandese ha un ritardo di 1’55’’ in classifica generale da Adam Yates, un recupero miracoloso è impossibile, ma il corridore della Sunweb vuole chiudere in bellezza. Apre le danze Phil Bauhaus: il tedesco dà il via alla seconda cronometro di questa Tirreno-Adriatico, che si era aperta con la vittoria della Mitchelton-SCOTT proprio nella prova a tempo riservata alle squadre. Il miglior tempo provvisorio, però, è quello di Victor Campenaerts: il belga ferma il cronometro a 11’23’’ e si piazza in testa alla classifica provvisoria in attesa dei migliori. Tom Dumoulin parte per quartultimo, ma l’olandese non sembra avere la solita pedalata aggressiva che lo contraddistingue nelle prove a tempo: finisce al settimo posto a 11’’ da Campenaerts.

TESTA A TESTA - Roglic e Yates, intanto, danno il via al duello finale: dopo 1,5 km il distacco tra i primi due corridori della classifica generale rimane invariato, con Roglic che rosicchia solo un secondo. A 4,4 km dalla partenza lo sloveno ne guadagna altri sei e quando entra nell’ultimo chilometro ha ancora 10’’ da recuperare: continua a spingere come un forsennato e chiude la prova in 11’36’’. Ora è tutto nelle gambe di Adam Yates: ci si gioca la vittoria finale negli ultimi 100 metri e la 54ª edizione della Tirreno-Adriatico si chiude nel più incredibile dei modi. Adam Yates, per conservare la maglia azzurra di leader, deve tagliare il traguardo entro i 12’01’’. Il britannico, invece, chiude la sua prova a 12’02’’ e perde tutto il suo vantaggio. Per un solo secondo Primoz Roglic vince la sua prima Tirreno-Adriatico in carriera. 

Commenti