Tuttosport.com

Ciclismo: stalking e maltrattamenti all'ex moglie, Cipollini a processo
© LaPresse
0

Ciclismo: stalking e maltrattamenti all'ex moglie, Cipollini a processo

La prima udienza per il "Re Leone" il prossimo 28 giugno. I fatti risalgono al periodo tra dicembre 2016 e gennaio 2017

mercoledì 20 marzo 2019

LUCCA - Mario Cipollini andrà a processo. L'ex campione di ciclismo è stato rinviato a giudizio con l'accusa di atti persecutori, maltrattamenti e lesioni all'ex moglie, e minacce nei confronti del suo compagno. I fatti contestati risalgono al periodo tra dicembre 2016 e gennaio 2017. La prima udienza è fissata al prossimo 28 giugno.

LA DENUNCIA DEL 2017 - Le indagini sono scattate il 9 gennaio 2017 con la denuncia dell'ex moglie del "Re Leone", Sabrina Landucci, sorella di Marco portiere dell'Inter e della Fiorentina e oggi allenatore in seconda della Juventus. Cipollini avrebbe compiuto "una serie di atti lesivi dell'integrità fisica e psichica" della donna "con pugni, schiaffi, calci, con lesioni e minacce di morte", scrive il pm nella richiesta di rinvio a giudizio. Il "Re Leone" avrebbe esteso le minacce anche al nuovo compagno di Sabrina Landucci, l'ex calciatore di Chievo, Siena e Lucchese Silvio Giusti. Secondo gli avvocati difensori del ciclista, Giuseppe Napoleone e Massimo Martini, la vicenda andava archiviata come già chiesto dal primo pm che si era occupato del caso.

LA CARRIERA Cipollini, uno dei migliori velocisti di tutti i tempi, in carriera ha vinto un campionato del mondo, una Milano-Sanremo, tre Gand-Wevelgem, quarantadue tappe al Giro d'Italia, dodici al Tour de France (più una cronosquadre) e tre alla Vuelta di Spagna. Ha anche conquistato per tre volte la classifica a punti al Giro.

Commenti