Nibali, obiettivo Giro d'Italia: "Ho un piano". E sulle Olimpiadi...

Nel mirino dello Squalo ci sono gli appuntamenti più importanti del 2021: "Speriamo che il Covid ci lasci in pace"

Nibali, obiettivo Giro d'Italia: "Ho un piano". E sulle Olimpiadi...© ANSA

"Sì, è vero, l'anno scorso è stato l'anno dei giovani, però io penso al 2021 e voglio proiettarmi nella nuova stagione. Quello passato è stato un anno assai travagliato, molto particolare, speriamo che il Covid ci lasci in pace". Così Vincenzo Nibali presenta la nuova stagione. Poi passa agli obiettivi del 2021, senza dimenticare niente e mettendo il mirino sugli appuntamenti più importanti, Olimpiadi comprese: "Quest'anno cercherò di dedicarmi principalmente al Giro d'Italia: abbiamo studiato una marcia di avvicinamento adeguata all'impegno, poi si vedrà. L'avvicinamento verso il Tour de France sarà casomai proiettato in chiave Olimpiadi, se dovessi essere convocato ovviamente, magari senza puntare principalmente alla classifica generale".

Uae Emirates, ricevuti i vaccini anti Covid

Non solo Cristiano Ronaldo: Jorge Mendes sbarca anche nel ciclismo

Nibali su Covid e Giochi

"L'anno scorso la sfortuna ci ha presi di mira: Ciccone è stato fermato dal Covid, Brambilla ha avuto qualche malanno, tutto è diventato più difficile. All'inizio della stagione era tutto okay, la squadra girava alla grande, poi ci siamo fermati e, quando siamo ripartiti, procedevamo a fari spenti. Speriamo di prendere meglio questo 2021. Ripenso ai Giochi in Brasile e al fatto che, senza quella caduta, avrei ottenuto un risultato diverso. Mi fratturai la clavicola e quell'incidente mi mise fuori gioco. Bisogna accettarle, certe cose: magari all'inizio ci pensi, poi sempre meno". Vincenzino non ha ancora deciso quando appendere la bici al chiodo, "perché le motivazioni non mi mancano". "Quando arriverà, comunque, la decisione sarà solo mia". sottolinea. Poi, ancora sui giovani: "E' difficile fare ciclismo, soprattutto dalle mie parti, in Sicilia, così come in Italia; all'estero hanno lavorato meglio. Chi dei miei avversari mi ha impressionato di più? Evenepoel ha fatto vedere molte cose buone, è stato sfortunato al 'Lombardia', ma ha lavorato tanto e sicuramente lo troverò pronto. Pogacar è quello che conosco meno, Egan Bernal quello che ho visto crescere di più: nel 2021 saprà riscattarsi. Un po' mi ricorda Alberto Contador".

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti