Giro d'Italia: la Deceunick Quick-Step punta su Almeida ed Evenepoel

La squadra belga sarà tra le protagoniste in salità e potrà schierare al via anche Fausto Masnada e James Knox.

Giro d'Italia: la Deceunick Quick-Step punta su Almeida ed Evenepoel

La Deceunick Quick-Step punta a fare classifica al prossimo Giro d'Italia e per farlo schiererà al via due capitani: a guidare la squadra saranno infatti il portoghese Joao Almeida e soprattutto il chiaccheratissimo belga Remco Evenepoel. A supportare i due ci saranno: l'azzurro Fausto Masnada, terzo all'ultimo Giro del Romandia, ed il britannico James Knox quando la strada salirà. Iljo Keisse, Remi Cavagna e Pieter Serry e Mikkel Honoré aiuteranno invece i capitani nelle altre situazioni di corsa.

Joao Almeida vuole il podio

Tra le sorprese più belle dello scorso Giro d'Italia, lo scalatore portoghese punta a migliorare il quarto posto raggiunto in classifica generale, dopo aver tenuto a lungo la maglia rosa, senza però vincere alcuna tappa. Per farlo dovrà cercare però di vincere la concorrenza interna di Evenepoel e chissà, forse anche del nostro Masnada.

Evenepoel al primo Giro della carriera

Il belga, rivelazione della scorsa stagione, è quotato tra i più quotati dai bookmakers, alle spalle del solo Egan Bernal. Il giovane della Deceunick si è però infortunato gravemente allo scorso Giro del Lombardia, e da allora non ha più corso. La sua condizione e la sua tenuta alla distanza sono tutte da valutare, tenendo soprattutto conto che si tratterà della prima corsa a tappe di tre settimane della sua carriera. Remco Evenepoel non è però nuovo a sorprese ed imprese anche se, almeno stando alle ultime dichiarazioni, sarà tra i partenti da Torino soprattutto per fare esperienza ed aiutare Almeida.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...