PGA Tour: Phoenix Open con 5000 spettatori, Genesis Invitational a porte chiuse

Decisioni diverse e complicate per il massimo circuito americano del "green" maschile

PGA Tour: Phoenix Open con 5000 spettatori, Genesis Invitational a porte chiuse© Getty Images

Fino a un massimo di 5.000 persone al giorno per il Phoenix Open, evento del PGA Tour di golf che, nel 2018, ne ha ospitate 110.000 solo per la Pro-Am. Mentre il Genesis Invitational sarà a porte chiuse. Decisioni diverse e complicate per il massimo circuito americano del "green" maschile, legate al perdurare dell'emergenza sanitaria. E mentre l'Augusta National, il Club del Masters, con un comunicato ha precisato che farà di tutto per vedere ad aprile (8-11), in Georgia (Usa), un numero limitato di spettatori, gli organizzatori del Genesis Invitational, in programma dal 18 al 21 febbraio a Pacific Palisades (California), annunciano che l'evento si giocherà a porte chiuse: "E' il modo migliore per garantire la sicurezza di tutti gli addetti ai lavori, sicurezza e salute vengono al primo posto". Queste le dichiarazioni di Mike Antolini, direttore del torneo. Situazione difficile negli States, che ha portato il Waste Management Phoenix Open a rivedere i propri piani. Da anni il torneo più seguito (per numero di fan sugli spalti) del PGA Tour, quest'anno in calendario dal 4 al 7 febbraio a Scottsdale (Arizona), potrà ospitare 5.000 persone al giorno contro le 8.000 inizialmente ipotizzate. Un passo indietro, dovuto all'aumento del numero di contagiati in Arizona. Con gli spettatori che saranno sottoposti a rigidi controlli di sicurezza, tra temperature misurate e mascherine obbligatorie.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...