Tuttosport.com

Manuel Bortuzzo: «Bebe Vio diventa la mia fonte di ispirazione»
0

Manuel Bortuzzo: «Bebe Vio diventa la mia fonte di ispirazione»

Costretto alla sedia a rotella, la promessa del nuoto azzurro si racconta al Corriere della Sera

lunedì 11 febbraio 2019

ROMA – Dopo giorni di agonia e sofferenza, Manuel Bortuzzo decide di andare avanti. Nonostante un colpo di pistola lo abbia costretto a rimanere per il resto della vita sulla sedia a rotelle, la promessa del nuoto azzurro è rimasto sorpreso per l'affetto dimostratogli da tutta Italia e in un'intervista al Corriere della Sera ha dichiarato di voler continuare a fare sport, ispiradosi a Bebe Vio.

LE PAROLE DI MANUEL - La notizia dell'incidente di Manuel Bortuzzo ha sconvolto tutta Italia e le manifestazioni di solidarietà non si sono placateFino a oggi non mi rendevo conto di tutto quello che è successo, quando ho ripreso il telefono ho visto che cosa si è scatenato sui social e non solo. Le ragazze che indossano le magliette con il mio volto, gli striscioni con il mio nome, la M sulle spalle di tanti. La gente che non sapeva neanche chi fossi che mi scrive 'ti voglio bene' e mi dice che sono diventato un punto di riferimento.

Mi sono chiesto come sia possibile che sia nato questo spirito di famiglia. So solo che è bello, molto bello. Nell'intervista al Corriere della Sera, Bortuzzo parla della sera dell'incidente: Ricordo tutto, almeno fino a quando ho sentito il dolore dello sparo. Non so chi siano i due che mi hanno sparato. Solo dopo, quando mi sono risvegliato in ospedale, mi hanno raccontato che fanno parte di una gang, che ci sono di mezzo pugili e malavita, la mafia. Non me ne importa proprio niente della verità, adesso devo pensare ad andare avanti per la mia strada”. 

BEBE VIO UN ESEMPIO – Manuel Bortuzzo non vuole abbandonare la sua passione, il nuoto. Per continuare a proseguire la strada nello sport, nonostante la sedia a rotelle, il ragazzo può ispirarsi a una persona che è un simbolo perfetto di determinazione: Bebe Vio, l'azzurra che non conosce il verbo 'mollare': “Non so perché, ma la prima persona che mi è venuta in mente in questi giorni è stata Bebe Vio. Ora mi ispiro a lei

Nuoto Manuel Bortuzzo Bebe Vio

Commenti

La Prima Pagina