A casa di Bellucci è esplosa la passione

Claudio e famiglia: giocano proprio tutti
A casa di Bellucci è esplosa la passione

La schiera di ex calciatori appassionati di padel si alimenta di un nuovo membro. Claudio Bellucci, ex giocatore di Bologna, Sampdoria, Napoli, ora allenatore di calcio, è diventato da un anno un grande patito di padel. Lo incontriamo al Polo Sportivo di Porto Rotondo per farci raccontare la sua storia: «Ero in vacanza con la mia famiglia in Sardegna e ho provato a giocare, consigliato da miei amici che già avevano iniziato da molto tempo. Da quel momento mi è entrato in testa e anche in inverno, tornando a Roma, giocavo spesso a padel. Ora tutta la famiglia è appassionata, anche mia moglie e mia figlia prendono lezioni. Il padel mi piace perché consente di controllarmi meglio a livello fisico».

Il bello del Padel

Claudio Bellucci, con oltre 500 presenze nel calcio professionistico e 157 gol all’attivo, ha un passato nel tennis e ci racconta le differenze che ci sono con il padel: «Il tennis è sempre stato il mio secondo sport dopo il calcio. Una differenza sostanziale tra le due discipline è nella racchetta, c’è una sensibilità completamente diversa. Il padel è più trasversale e il fatto che si gioca in quattro persone lo rende più socializzante. Inoltre, l’approccio al gioco è più facile. Quando inizi a giocare, si parte come fosse un’amichevole ma in realtà poi vuoi sempre vincere e noi ex giocatori abbiamo la competizione nel nostro DNA. I più forti? Mi hanno detto che Fiore, Marchegiani e Totti sono tra i più bravi, mi piacerebbe giocarci insieme». Il trend di crescita del padel è sotto gli occhi di tutti: «Spero che continuerà a crescere – continua l’ex attaccante romano – sta prendendo sempre più piede e mi auguro che avrà una collocazione ufficiale nelle competizioni mondiali, visto che ha un seguito incredibile».

Il futuro

Dal padel chiudiamo con il calcio, con Claudio in attesa della giusta chiamata per ricominciare con un progetto tecnico di alto profilo, questa volta da prima guida: «Il Milan ha fatto venire voglia a squadre come Inter e Juve di tornare a investire pesantemente sul mercato - conclude Bellucci - Se continueranno con questi ingaggi prevedo un grande campionato. Per quanto riguarda me, mi sto prendendo il tempo per fare la scelta giusta come primo allenatore, non voglio sbagliare».

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...