Tuttosport.com

Recco trionfa ancora: è la Juve della pallanuoto

29° scudetto (e 10° consecutivo) per i campioni di Reccotwitta

sabato 16 maggio 2015

ROMA - Recco senza confini. E davvero sempre più la Juventus della pallanuoto. Battendo 11-7 il Brescia in gara-3 della finale scudetto, la Pro ha conquistato il 29° tricolore, il 10° consecutivo. Un record, superando anche il Recco del mitico Eraldo Pizzo, il Caimano che nel mare (prima che nella piscina) di Punta Sant'Anna conquistò 9 scudetti di fila a cavallo degli anni 60 e 70.

Adesso gli eroi si chiamano Stefano Tempesti e Maurizio Felugo (juventino doc e amico personale del presidente Andrea Agnelli), il Gigi Buffon e l'Andrea Pirlo della pallanuoto. Saracinesca e genio, anche dei tiri da lontano. Le maledette dell'acqua.

E il parallelismo tra Recco e Juventus non si ferma qui. Perché le pesantissime bacheche (quella dei liguri contiene anche 10 coppe Italia, 7 coppe dei Campioni e 5 supercoppe europee) possono ancora arricchirsi. Ma soprattutto in vista c'è un possibile doppio Triplete. Il Recco infatti ha già vinto la Coppa Italia (battendo in finale sempre il Brescia), mercoledì la Juventus se la giocherà (e sarebbe anche per lei la 10ª) contro la Lazio. Entrambe poi sono attese dalla Champions. I bianconeri in una partita unica (6 giugno) a Berlino contro il Barcellona, il Recco proprio nella città catalana nella Final Six (28-30 maggio) contro i padroni di casa del Barceloneta e una coppia di club ungheresi (Szolnoki ed Eger) e croati (Jug e Primorje).

Con una sola (e pesante) differenza. Mentre la Juventus è tornata Juventus anche grazie allo Stadium (impianto di proprietà), il Recco dei record resta ancora senza piscina. Colpa della burocrazia. E ha dovuto festeggiare a Sori.

Tutte le notizie di Pallanuoto

Approfondimenti

Commenti