Tuttosport.com

Rugby 6 Nazioni: la Francia rende omaggio all'Italia 
© REUTERS

Rugby 6 Nazioni: la Francia rende omaggio all'Italia 

I Bleus: «Scampato pericolo»; ora gli azzurri aspettano l'Inghilterratwitta

domenica 7 febbraio 2016

ROMA - In Francia quel che avviene oltralpe non è di solito ritenuto meritevole di attenzione, né tantomeno di elogi. Era inevitabile, però, che dopo la vittoria faticosa della Francia sugli azzurri allo Stade de France, sviscerata in fittissimi reportage sui media, sia stato dedicato qualche commento anche all'Italia. Dallo "scampato pericolo" all' "umiliazione evitata" che campeggiava ieri sulla maggior parte dei siti, con la nazionale di Jacques Brunel che veniva definita "coraggiosa" e "sorprendente", oggi è diffusa la considerazione che un successo degli ospiti "non sarebbe stato rubato", come sottolinea l'Equipe. Nelle pagelle le prestazioni di Parisse e compagni non mancano i "7", in particolare per il capitano nonostante abbia sbagliato il drop a tempo scaduto che poteva cambiare la storia. Sono molti i dubbi nella critica sulla tenuta della Francia di fronte ad avversarie più ostiche, perché l'Italia nonostante lo spavento è sempre ritenuta il vaso di coccio. Un riscontro immediato si avrà nel prossimo fine settimana, quando i Bleus riceveranno l'Irlanda, vincitrice delle ultime due edizioni del torneo, e l'Italia se la vedrà con l'Inghilterra, domenica, all'Olimpico. Gli inglesi sono già in testa alla classifica grazie al successo di ieri sulla Scozia, che per differenza punti è in fondo al gruppo dietro agli azzurri, mentre l'Irlanda non è andata oltre al pareggio (16-16) oggi con il Galles all'Aviva Stadium di Dublino. L'Italia rientra questa sera a Roma per preparare la dura sfida con gli inglesi e il ct Brunel dovrà valutare se confermare la linea giovane che ha spaventato lo Stade de France o cercare alternative, magari contando sul recupero di qualcuno degli infortunati

IL 6 NAZIONI DI RUGBY

Tags: Rugby 6 NazioniItaliaFranciaIrlandaJaques BrunelInghilterra

Tutte le notizie di Sei Nazioni

Approfondimenti

Commenti