Sei Nazioni, Parisse: «Conosco la Francia, ha dei punti deboli»

L'azzurro: «Vanno in difficoltà sotto pressione»
Sei Nazioni, Parisse: «Conosco la Francia, ha dei punti deboli»© PA

TORINO - "Conosco molto bene i francesi, quando giocano per la Francia è sempre un motivo di orgoglio, sono molto forti come gruppo ma se messi sotto pressione sono come noi, hanno la tendenza a perdere la lucidità e fanno un gioco più individuale. Dovremo metterli sotto pressione per 80'". Così il capitano della nazionale italiana di rugby, Sergio Parisse, alla vigilia di Italia-Francia, quarto match del torneo 6 Nazioni in programma domani allo stadio Olimpico di Roma. Per Parisse, sarà il 125 cap, 79/o match in azzurro: "Sono orgoglioso - ha sottolineato Parisse - è un bel traguardo personale. Ne vado fiero. Ma non conto i caps, mi auguro di poter continuare a giocare a lungo in azzurro. Ne ho vissute tante di emozioni, gioco in Francia dal 2005 e la vittoria nel 2011 al Flaminio è stata una bella emozione, speriamo ci siano altri momenti come quello".

A lui sono andati anche i complimenti di Carlo Checchinato, direttore responsabile della Fir e che oggi ha presentato il progetto "The Dream Cradle" in partnership con Renault Italia, sponsor ufficiale della Federugby, e Chicco. Testimonial del prodotto, la seconda linea degli azzurri, George Biagi.

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...