Running

Running, Joan Benoit Samuelson torna a Boston quarant'anni dopo
© AFPS
0

Running, Joan Benoit Samuelson torna a Boston quarant'anni dopo

La campionessa olimpica, alla bellezza di 61 anni, corre nuovamente la maratona. Il tempo è incredibile: 3.5'18"

giovedì 18 aprile 2019

BOSTON - Correre, correre, senza mai fermarsi. Joan Benoit Samuelson non intende smettere di fare quello che la appassiona da sempre, e ha appena chiuso la maratona di Boston in 3 ore, 5 minuti e 18 secondi. Un tempo eccellente per l'ex campionessa olimpica statunitense, che porta in giro per il mondo i suoi 61 anni. Il tutto, rigorosamente, correndo.

Leggi tutte le news di Running

QUARANTA ANNI DOPO - Nel 1979, Benoit Samuelson aveva trionfato a Boston, vincendo in 2 ore, 35 minuti e 15 secondi. A distanza di quaranta anni, si era posta un obiettivo ben preciso: correre non oltre i 40 minuti di ritardo dal tempo fatto registrare quando aveva ventuno anni. Un'impresa centrata senza troppi problemi, visto che la differenza è stata di soli 30 minuti e 3 secondi. «Con queste temperature rigide e la dura salita della Heartbreak Hill, mi sono detta che dovevo essere prudente e paziente», ha detto analizzando l'1.29'31" di metà gara, tempo estremamente promettente. Per evitare guai, ha deciso di dosare le forze nella seconda parte della maratona. Campionessa olimpica a Los Angeles 1984, si era qualificata ai Giochi nonostante un intervento al ginocchio subito a 17 giorni dai Trials. Dal momento del ritiro dall'attività agonistica, Joan non ha mai smesso di correre, e non intende farlo: «Non ho mai corso a Londra e Berlino. La maratona tedesca, quest'anno, coincide con il trentacinquesimo anniversario di matrimonio. Ma ci andrò soltanto se sarò in buona forma».

Commenti

La Prima Pagina