Ripartono le gare in Cina, in mille alla Panda Mini-marathon con mascherine

Segnali di ripresa in Cina dove si è svolta la prima gara dopo l’era coronavirus. Mascherine obbligatorie e controllo temperatura prima del via e all'arrivo. 

 

La Cina va avanti e dà segnali di ripresa. Si è svolta la prima manifestazione dell’era COVID-19, la Chengdu Panda (Mini) Marathon. Normalmente, questa competizione si svolge sulla distanza maratona e vede oltre 20mila partecipanti. Quest’anno la distanza è stata ridotta e i partecipanti sono stati soltanto mille, probabilmente perché molti hanno ancora paura del contagio ed altri non sono riusciti ad allenarsi.

Poco importa, si tratta di un segnale molto positivo e di ripresa di attività sportiva e sociale. A tutti i partecipanti è stata misurata la temperatura ed è stato chiesto di indossare una mascherina. Inoltre, sono stati controllati i documenti e i podisti sono partiti a scaglioni di 2 minuti, per evitare assembramento.

Non sono mancate le perplessità di tanti che hanno commentato con severità questa manifestazione, nonostante si tratti di un’area a bassissimo rischio COVID-19 e, più in generale, le autorità stiano tentando di ripristinare completamente la vita normale delle persone rafforzando, invece, le misure per prevenire il contagio di ritorno.

Un segnale positivo che potrebbe essere un faro per tutti, una realtà solida e concreta a cui aggrapparsi per sperare che anche noi, a breve giro, possiamo tornare alla normalità. 

Commenti