Running

London Marathon 2020 teatro della sfida Kipchoge vs Bekele. la lista maschile dei top runner

0

Presentati i top runner per la 40^ edizione della London Marathon che andrà in scena domenica 4 ottobre. Attesissima la sfida tra il keniano Eliud Kipchoge e l’etiope Kenenisa Bekele.

London Marathon 2020 teatro della sfida Kipchoge vs Bekele. la lista maschile dei top runner
 Cesare Monetti lunedì 24 agosto 2020

LONDRA - La gara maschile d'élite sarà un vero spettacolo e una gara storica. Causa Covid-19 è stata da qualche settimana annullata la gara ‘di massa’ con al via le consuete 50mila persone, rimangono solo gli élite runner, i professionisti, per lo più africani, capaci di grandissime prestazioni cronometriche. Rivoluzionato anche il percorso, si correrà su un circuito da ripetere ben 4 volte all’interno del parco reale di St. James, vicino a Buckingham Palace, mentre l’arrivo sarà dove sempre, ovvero nel tradizionale The Mall.

La vittoria se la contenderanno dunque 48 super atleti aiutati da 8 ‘lepri’, la sfida nella sfida che catalizzerà l’attenzione del mondo è il duello annunciato da mesi tra i due più grandi di sempre, ovvero Eliud Kipchoge (KEN) e Kenenisa Bekele (ETH). Nelle sfide dirette già avvenute fino ad oggi Eliud ha sempre battuto Kenenisa, ma non per questo l’etiope sembra sfavorito.

Nato nel 1984, Eliud Kipchoge è il  primatista del mondo di maratona, a Berlino nel settembre 2018 ha fermato il cronometro sul 2h01'39", è anche il Campione Olimpico in carica e a Londra ha già vinto nel 2015, 2016, 2018 e 2019. E’ un vero mito anche perché è il primo e unico uomo al mondo ad aver corso i fatidici 42,195km sotto le 2 ore. Prestazione non omologata, una esibizione per lo più la sua nell’ottobre scorso a Vienna, ma comunque una grande prestazione fisica che dice tanto sulle sue qualità.

Kenenisa Bekele, classe 1982, è stato capace di correre nel settembre scorso a soli 2” dal primato di Eliud, dimostrando che la sua carriera non era per nulla al tramonto come in tanti sostenevano: 2h01’41” sempre a Berlino, in pratica il secondo uomo più veloce della storia. Meno consistente il bottino negli anni a Londra. Vanta solo un terzo posto nel 2016 e un secondo posto nel 2017, mentre nel 2018 si è piazzato in un anonimo ottavo posto. In pratica, nella sfida tra i due, c’è profumo di nuovo primato mondiale o chissà, della prima maratona regolare e dunque omologabile sotto il muro delle 2 ore.

Ma lo spettacolo non lo daranno solo questi due, irraggiungibili, unici al mondo in grado di correre sotto le 2h02’. Ci saranno anche Mosinet Geremew, sub 2h03’, Mule Wasihun sub 2h04’ e Tamirat Tola (secondo ai Mondiali 2017 e quarto a New York lo scorso anno), Marius Kipserem, Shura Kitata (quarto a Londra e quinto a New York nel 2019) e Sisay Lemma (ETH), un totale di ben otto uomini ad aver corso la maratona sub 2h05’, tra questi nessun europeo.

Sarà presente anche Sondre Nordstad Moen (NOR), che ha battuto il record europeo dell'ora (in discussione a causa della tipologia di calzature utilizzate) in Norvegia all'inizio di questo mese raggiungendo il traguardo dei 21,132 km e che vanta un primato di 2h05’48’’ che lo colloca al secondo posto tra gli europei di sempre.

La World Athletics ha annunciato che dal 1 settembre i risultati ottenuti in maratona saranno validi ai fini della qualifica olimpica per la maratona, pertanto ci sarà anche un gruppo di atleti che correrà con l'ambizione di raggiungere lo standard olimpico di 2h11’30”.

Tra questi, al diciannovesimo posto della lista sventola la bandiera italiana con Daniele Meucci con il suo 2h10’45’’ mentre risulta assente Yassine Rachik, in un primo momento invece in lista e che proprio a Londra era giunto 9° lo scorso anno con 2h08’05’’. Nessun altro italiano al via tra i 45 élite runners, l’ultimo dei quali è Ollie Lockley (GBR) con 2h25’28’’ oltre a tre debuttanti, tutti provenienti dal Regno Unito.

I top runner alla Maratona di Londra 2020

Eliud Kipchoge (KEN) PB: 2h01'39"

Kenenisa Bekele (ETH) PB: 2h01'49"

Mosinet Geremew (ETH) PB: 2h05'55"

Marius Kipserem (KEN) PB: 2h04'11"

Mule Washiun (ETH) PB: 2h03'16"

Tamirat Tola (ETH) PB: 2h04'06"

Shura Kitata (ETH) PB: 2h04'49"

Sondre Nordstad Moen (NOR) PB: 2h05'48"

Sisay Lemma (ETH) PB: 2h03'36"

Vincent Kipchumba (KEN) PB: 2:05.09

Gideon Kipketer (KEN) PB: 2:05.51

Polat Kemboi Arikan (TUR) PB: 2:08.14

Arne Gabius (GER) PB: 2:08.33

Jared Ward (USA) PB: 2:09.25

Elroy Gelant (RSA) PB: 2:10.31

Daniele Meucci (ITA PB: 2:10.45

Brett Robinson (AUS) PB: 2:10.55

Juan Luis Barrios (MEX) PB: 2:10.55

Chris Thompson (GBR) PB: 2h011'19"

Jonny Mellor (GBR) PB:2h10'03"

Peter Herzog (AUT) PB: 2:10.57

Jack Rayner (AUS) PB: 2:11.06

Stephen Scullion (IRL) PB: 2:11.52

Remigijus Kancys (LTU) PB: 2:12.50

Florian Carvalho (FRA) PB: 2:12.53

Tristan Woodfine (CAN) PB: 2:13.16

Michael Clohisey (IRL) PB: 2:13.19

Charlie Hulson (GBR) PB: 2:14.22

Joshua Griffiths (GBR) PB: 2:14.25

Nick Earl (GBR) PB: 2:14.38

Julian Spence (AUS) PB: 2:14.42

Justin Mahieu (BEL) PB: 2:14.43

Nicholas Torry (GBR) PB: 2:15.04

Peter Le Grice (GBR) PB: 2:16.22

Andreas Myhre Sjurseth (NOR) PB: 2:16.37

Paul Marteletti (GBR) PB: 2:16.49

Adam Hickey (GBR) PB: 2:16.56

Aaron Scott (GBR) PB: 2:16.57

Paul Navesey (GBR) PB: 2:17.16

Dan Nash (GBR) PB: 2:18.51

Ollie Lockley (GBR) PB: 2:25.28

Ben Connor (GBR) PB: Debutto

Josh Lunn (GBR) PB: Debutto

Ross Millington (GBR) PB: Debutto

Jack Gray (GBR) PB: Debutto

London Marathon Eliud Kipchoge Kenenisa Bekele Daniele Meucci

Caricamento...

La Prima Pagina