Natale e sensi di colpa, consigli per runner

Sei un runner? Pochi semplici consigli per vivere il Natale, tra cibo, brindisi e voglia di relax senza sensi di colpa. Non perdere il ritmo.

Natale è un periodo di gioia e tranquillità, complici le giornate brevi e buie ed il freddo anche l’uomo va un po' in letargo. Noi veri runner siamo temprati ma nei giorni di festa sopraggiunge un altro problema, siamo bombardati di messaggi (poco subliminali) ed inviti (poco declinabili) che ci invitano a mangiare in maniera smodata e poco sana. Passi per qualche dolcetto e qualche bicchiere, perché in effetti è giusto condividere i piaceri della tavola e concederci una tregua, ma bisogna cercare di rimanere in pista ed allenarsi, anche se in maniera più blanda

CERCHIAMO IL PERCORSO GIUSTO - Per alcuni, un’altra difficoltà potrebbe essere quella di trovarsi in un posto diverso da casa propria, e allora bisognerà trovare anche il percorso più adatto a svolgere i propri allenamenti. Questa variante può essere anche uno stimolo, magari il nuovo percorso offre spunti di svago mentale o ci porterà ad incontrare altri runner con cui allacciare le scarpe per stimolarci a vicenda.

NON BADIAMO ALLA TABELLA - Un piccolo trucco per rimanere sul pezzo è quello di stabilire, ad esempio, di allenarsi a giorni alterni, senza badare esattamente a che giorno sia, diversamente da come facciamo nel quotidiano dovendo rispettare la tabella. Piuttosto che non fare nulla, meglio correre piano e, visto che siamo liberi dal lavoro, correre un po' più a lungo. Approfittiamo della esplorazione di un nuovo percorso per bruciare i grassi aumentando del 10% il volume di allenamento. 

INCROCIAMO GLI ALLENAMENTI - Un altro sconto che possiamo farci è quello di incrociare gli allenamenti, ad esempio usare una nuotata con gli amici come jolly sostitutivo. Facciamo esercizi in casa, anche dello stretching o circuit training. Poiché abbiamo tempo, usiamolo per muoverci a piedi il più possibile, questo contribuirà ad evitare di impigrirci e sottrarrà tempo a quello trascorso a tavola o tra aperitivi e brindisi.

REGALIAMO E FACCIAMOCI REGALARE STRUMENTI PER LO SPORT – Un modo per tenere viva l’attenzione sull’argomento ed anche per farci stuzzicare. Un nuovo paio di scarpe o una maglia da provare potranno essere quello stimolo in più per partire con una bella corsetta.

SCEGLIAMO CON CURA I CIBI – Siamo sempre liberi di scegliere quello che vogliamo mangiare, tra i vari cibi disponibili cerchiamo quelli meno “dannosi”, così ci godremo appieno quello che abbiamo scelto senza sentirci in colpa.

TAKE IT EASY – Nella migliore delle ipotesi avremo 10 giorni di “pseudo-pausa”, prendiamola alla leggera, non siamo professionisti e non bisogna perdere di vista il momento di familiarità.

Commenti