Denise Pipitone, Procura torna a indagare. Piera Maggio: "Voglio i nomi"

Riaperte le indagini sulla bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004: la madre è intervenuta in collegamento telefonico a Mattino 5

Denise Pipitone, Procura torna a indagare. Piera Maggio: "Voglio i nomi"

La procura di Marsala torna a indagare sul caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo l'1 settembre nel 2004. I magistrati stanno cercando di capire se ci siano stati depistaggi o errori nell'inchiesta. Nei giorni scorsi il caso è tornato a fare scalpore dopo che in una trasmissione russa si è presentata una ragazza in cerca della famiglia biologica. Successivamente sono arrivate le rivelazioni dell'ex pm Maria Angioni che all'epoca indagò sul caso. La donna ha dichiarato in tv di avere avuto il sospetto di fughe di notizie sull'inchiesta e in particolare che alle persone intercettate venisse riferito che i loro telefoni erano sotto controllo. Piera Maggio, madre della piccola Denise, non si è mai arresa e ora è tornata a parlare dell'ultima novità a Mattino 5, il programma di Canale 5 condotto da Federica Panicucci e Francesco Vecchi.

Mattino 5: le ultime news sul caso Denise Pipitone

"Spero che la verità possa emergere. Chiedo verità e giustizia per Denise. Non si può sequestrare una bambina così e farla franca, far finta che non sia successo nulla. I bambini non si toccano. Chi ha sbagliato deve pagare. Non solo chi ha rapito Denise ma anche chi non ha avuto il coraggio di dire tutta la verità", ha subito detto Piera Maggio a Mattino 5. "Denise è una ragazza che va cercata. Fino a prova contraria Denise va cercata", ha aggiunto. E poi ancora: "Basta omertà, chi sa deve parlare. Chi ha sbagliato deve dirlo anche per ripulirsi la coscienza". La Maggio ha poi chiarito che non condividerà mai la sentenza su Jessica Pulizzi, la figlia maggiore del padre biologico di Denise assolta qualche anno fa dopo che era stata la principale indiziata per il sequestro della bambina.

Riaperte le indagini su Denise Pipitone

"Tante le cose fatte e altrettante le cose che non sono state fatte", ha ribadito Piera Maggio a proposito delle indagini portate avanti sulla scomparsa di Denise Pipitone. La donna ha infine ringraziato tutti coloro che continuano a sostenerla e ad aiutarla in questa lotta che dura ormai da anni.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...