Al Bano sulla Russia: "Un popolo da amare"

Il cantante pugliese ha raccontato il suo rapporto con il Paese di Putin, svelando alcuni retroscena
Al Bano sulla Russia: "Un popolo da amare"© ANSA

Al Bano torna a parlare della guerra in Ucraina ai microfoni di “Giletti 102.5” con Massimo Giletti, Enrico Galletti e Luigi Santarelli. Il celebre cantante pugliese ha fatto alcune considerazioni sul suo rapporto con la Russia, che ha invaso il Paese vicino con un attacco che dura da oltre tre mesi.  Sul punto l'artista afferma a gran voce: “È inammissibile il ricorso alle armi” ed ancora: "Sono passati milioni di anni e ancora si ricorre alla forza delle armi e alla loro prepotenza, a mandare i propri carri armati in un’altra nazione. È inaccettabile una disgrazia del genere”.

Il rapporto tra Al Bano e la Russia

La musica del Leone di Cellino San Marco è molto seguita in Russia. “Nel periodo comunista l’unico grande evento che potevano vedere era Sanremo e quindi le star del festival diventavano star anche in Russia, ma anche in tutti gli Stati sotto il dominio sovietico”, ha rivelato Carrisi. “Aprivano le porte della televisione solo su Sanremo. Tutti impazzivano per l’effetto Sanremo”. Alla domanda se farà ritorno in Russia per cantare, l'artista ha risposto: "La mia è una reazione contro le scelte di Putin in questo momento non contro la Russia”, quindi ha sottolineato: "La Russia non si tocca e resterà sempre quella che è, un popolo da amare”.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...