Vasco Rossi, al padre deportato nel 1943 va la medaglia d'Onore

La madre del cantante: "Ringrazio tutti quelli che hanno lavorato per questa onorificenza, spero tanto che 'Carlino' da lassù veda questa bella festa"

Vasco Rossi, al padre deportato nel 1943 va la medaglia d'Onore© OPTIMA FOTO FOTO OPTIMA-AG ALDO LIVERANI SAS

"Ringrazio tutti quelli che hanno lavorato per questa onorificenza, ringrazio da parte mia e da parte di Vasco, mio figlio. Spero tanto che 'Carlino' da lassù veda questa bella festa". Con queste parole in prefettura a Modena Novella Corsi, mamma novantenne di Vasco Rossi, ha commentato la consegna della medaglia d'Onore a suo marito Carlo Giovanni Rossi, detto 'Carlino', tra i soldati italiani deportati in Germania durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel campo di Dortmund Stalag, perché si rifiutò di combattere per i tedeschi, Carlo Giovanni Rossi restò dal settembre dal 1943 all'ottobre 1945. Morì nel 1979 a 56 anni. Ad accompagnare, nel giorno della memoria, Novella Corsi da Zocca, paese che ha dato i natali al rocker, è stato il figlio del Blasco, Luca. "È stato Vasco che ha voluto questo riconoscimento e l'estate scorsa abbiamo saputo che avrebbero dato la medaglia - ha detto Corsi - Vasco è stato molto contento, era molto affezionato al papà che non ha potuto vedere tutta la sua carriera".

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...