Dagli Usa: "Il Coronavirus non proviene da un animale del mercato di Wuhan"

Secondo uno studio del Broad Institute sarebbe stato un essere umano e non una specie selvatica a diffondere il Covid-19
Dagli Usa: "Il Coronavirus non proviene da un animale del mercato di Wuhan"© EPA

CAMBRIDGE (Stati Uniti) - Non sarebbero stati i pipistrelli (a loro volta infettati dai pangolini, secondo alcuni esperti) a scatenare la pandemia di Coronavirus. È quanto emerge da uno studio di Alina Chan e Ben Deverman, scienziati del Broad Institute, un'unità di ricerca affiliata ad Harvard e al Massachusetts Institute of Technology, e Shing Zhan, dell'Università della British Columbia, che smentisce di fatto la tesi cinese secondo cui il Covid-19 sia partito dal mercato di Wuhan. I ricercatori hanno esaminato campioni genetici di pazienti insieme a quelli prelevati durante l'epidemia di Sars del 2002-04, un coronavirus trasmesso dai pipistrelli agli umani attraverso la manipolazione e il consumo di zibetti e, secondo il Daily Mail, sarebbero rimasti particolarmente sorpresi da una pre-adattabilità mostrata dal virus nel diffondersi da uomo a uomo. Tali affermazioni daranno nuova linfa a quella corrente di pensiero che accusa il governo cinese di insabbiamento. 

"Il Coronavirus non viene dagli animali"

"I dati genetici disponibili non evidenziano la capacità di trasmissione del virus da parte delle specie presenti nel mercato di Wuhan", affermano Alina Chan, biologa molecolare, e Shing Zhan, biologa evoluzionista, smentendo quindi la trasmissione "zoonotica" (da animale a uomo): "Dovrebbe essere considerata la possibilità che un precursore non geneticamente modificato possa adattarsi all'uomo mentre viene studiato in un laboratorio". Inoltre, gli scienziati hanno sottolineato come tutto ciò era stato piuttosto evidente già dopo l'analisi svolta su un paziente di Wuhan contagiato lo scorso dicembre. 

Coronavirus, Cina accusata di insabbiamento

In questo nuovo contesto si è inserito il parlamentare Tory Bob Seely, membro del Comitato per gli Affari Esteri della Commons, che ha dichiarato: "Dobbiamo andare a fondo in molte cose in relazione a Covid-19. Dobbiamo sapere da dove è partito questo virus, perché una volta ci fu detto che non vi era alcuna trasmissione umana. Qual è il ruolo del Partito comunista cinese?". La Cina ha chiuso il mercato di Wuhan il giorno dopo aver avvisato l'Oms dell'epidemia e da lì ha iniziato tutta una serie di studi su campioni di animali prelevati. Ciò che insospettisce è il fatto che, quattro mesi dopo, nessun risultato sia stato condiviso con scienziati stranieri. Gli Stati Uniti, nella persona di Trump, parlano di virus fuggito da un laboratorio, la risposta cinese si traduce invece in un'accusa all'esercito americano.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...