Bufera su Magalli, l'inviata de I Fatti Vostri lancia una bottiglia di plastica in mare

Il servizio mandato in onda qualche giorno fa ha scatenato le ire degli ambientalisti. Anche Riccardo Laganà, consigliere di amministrazione Rai, è intervenuto sull'accaduto: "Chi ha sbagliato deve pagare"

TORINO - Una bottiglietta di plastica lanciata in mare dall'inviata del programma Rai "I Fatti Vostri", ha scatenato un oceano di polemiche. Durante l'ultima puntata stagionale della trasmissione, condotta da Giancarlo Magalli, l'inviata del programma ha fatto incontrare chi aveva gettato la bottiglietta con chi l'aveva trovata, puntando sul fattore "romanticismo". Al contrario, il gesto si è trasformato in un'autentica bufera, con in prima linea le associazioni ambientaliste che si sono scatenate contro il programma Rai. L'errore dell'inviata non è stato quello di far incontrare i due protagonisti della storia: chi aveva ritrovato la bottiglia con i 31 messaggi al'interno con chi l'aveva gettata in mare, ma quello di aver lanciato in acqua un'altra bottiglietta dicendo: "È biodegradabile, si scioglierà in breve tempo in mare". Affermazione non corretta dato che i tempi di decomposizione delle bioplastiche in mare sono comunque di circa 6 mesi. Immediata la risposta di Clean Sea LIFE: "Nessuna bioplastica si scioglie rapidamente in mare, ma solo negli impianti industriali". Riccardo Laganà, consigliere di amministrazione Rai, è stato costretto ad intervenire sull'accaduto: "È intollerabile tutto questo nel servizio pubblico. I responsabili editoriali di questo pericoloso messaggio si devono scusare, dare spazio nei prossimi giorni a chi si occupa seriamente della difesa del mare e dell'ambiente. [...] Chi ha sbagliato deve pagare"".

Paura Sgarbi: soccorso in mare in Albania
Guarda il video
Paura Sgarbi: soccorso in mare in Albania

Commenti