Usa, proteste per Breonna Taylor: insorgono anche le star

La ragazza 26enne afroamericana era stata uccisa da tre poliziotti. Il verdetto del giudice non ha soddisfatto nessuno

Usa, proteste per Breonna Taylor: insorgono anche le star© EPA

NEW YORK - Molte star americane, dal mondo del cinema fino a quello dello sport, si sono unite per protestare contro il gran giurì del Kentucky che doveva giudicare i tre poliziotti accusati di aver ucciso Breonna Taylor, donna 26enne afroamericana. Solo uno dei tre agenti è stato condannato per negligenza e questo ha mandato su tutte le furie anche molte star fra cui George Clooney che ha commentato: "Breonna Taylor è stata uccisa nel suo letto da tre agenti bianchi e nessuno è stato incriminato per la sua morte". Dura la critica di LeBron James, leggenda della NBA: "Sono senza parole. Sono devastato. Volevamo giustizia per Breonna e abbiamo avuto giustizia per i muri dell'appartamento dei vicini e non per la sua vita. Non sono sorpreso dal verdetto ma questo non vuol dire che non fa male. Le donne afroamericane sono le persone meno rispettate sulla terra. Prometto che farò del mio meglio per cambiare questo". Ai due si è aggiunta anche la conduttrice televisiva Oprah Winfrey che ha espresso il suo pensiero su Twitter: "Il mio cuore è con Tamika Palmer, che dovrà ricordarsi ogni giorno che la sua bambina non tornerà a casa". Infine, anche il cantante Justin Bieber ha commentato la vicenda: "Vergognati Kentucky. Breonne Taylor merita giustizia".

Commenti