Marchisio: "Il video hard della maestra di Torino si chiama revenge porn, reato e violenza"

L'ex calciatore della Juventus ha detto la sua su Instagram, schierandosi dalla parte dell'insegnante

Marchisio: "Il video hard della maestra di Torino si chiama revenge porn, reato e violenza"

TORINO - Continua a far discutere la vicenda della maestra d'asilo di Torino licenziata a causa di un video hard pubblicato dal suo ex fidanzato. Sul caso è intervenuto Claudio Marchisio che, via Instagram, ha difeso a spada tratta l'insegnante. "Giusto per chiarire la questione: "Il video hard della maestra" in realtà si chiama revenge porn. Il revenge porn è un reato, oltre che una terribile violenza. Fare sesso non è un reato (neanche per le maestre). Lei è innocente. Lui un criminale, oltre che uno stronzo. Discorso chiuso", ha scritto lo sportivo a corredo di una foto in bianco e nero che lo ritrae con la moglie Roberta Sinopoli. Lo stesso post è apparso sull'account Instagram della signora Marchisio. La maestra d'asilo è finita al centro della cronaca dopo che l'ex fidanzato ha condiviso in una chat tra amici alcuni video hot. In poco tempo quei filmati hanno fatto il giro della città, sono finiti sul telefonino della mamma di una bambina che frequenta la stessa scuola dell'insegnante e la donna ha così perso il posto di lavoro.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti