Chi era Luca Attanasio, il diplomatico italiano ucciso in Congo

Lombardo, 43 anni, ha iniziato a lavorare in Africa per la Farnesina. Lascia una moglie e tre figlie

Chi era Luca Attanasio, il diplomatico italiano ucciso in Congo© ANSA

TORINO - Luca Attanasio, l'ambasciatore italiano ucciso in Congo questa mattina, in un attacco ad un convoglio delle Nazioni Unite, aveva 43 anni. Nato a Saronno, era sposato con Zakia Seddiki, fondatrice e presidente di Mama Sofia, un'Associazione umanitaria composta da volontari italiani che opera in Africa a sostegno delle donne. La coppia, ad ottobre scorso aveva ricevuto il premio internazionale Nassiriya per la pace. Attanasio si era laureato all'Università Bocconi in economia aziendale nel 2001, due anni dopo la nomina a segretario di legazione in prova nella carriera diplomatica. Alla Farnesina viene assegnato alla direzione per gli Affari Economici, Ufficio sostegno alle imprese, poi alla segreteria della direzione generale per l’Africa. Successivamente è vice capo segreteria del sottosegretario di Stato con delega per l’Africa e la Cooperazione Internazionale (2004). Nel 2010 il trasferimento a Casablanca con funzioni di Console. L'ultimo incarico a Kinshasa nel 2017 quando era stato nominato capo missione nella Repubblica Democratica del Congo.

Tragedia in Congo: 60 morti

Lutto cittadino a Limbiate

Attanasio lascia tre figlie. Due gemelle e una bimba nata negli anni scorsi. La famiglia vive a Limbiate, in provincia di Monza e Brianza, dove l'ambasciatore aveva frequentato la scuola e dove tornava, quando poteva, per salutare i suoi parenti. Il sindaco ha disposto le bandiere a mezz'asta in segno di lutto cittadino.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...