Chef Locatelli: Inghilterra e Italia, che differenze sui rimborsi

Il noto cuoco italiano ha analizzato la difformità di gestione dell'emergenza Covid tra i due paesi: "Abbiamo ricevuto l'80% dello stipendio  fin dal primo mese"

Chef Locatelli: Inghilterra e Italia, che differenze sui rimborsi© Instagram giorgiolocatelli1

Nel corso dell'ultima puntata di "Piazza Pulita" in onda su La7 lo chef Giorgio Locatelli, ospite del programma, ha analizzato le grandi differenze di gestione dell'emergenza Covid tra il Regno Unito (dove attualmente lavora) e l'Italia: "Abbiamo ricevuto l'80% dello stipendio fino a 25mila sterline, circa 28mila euro, fin dal primo mese. I datori di lavoro, come me, hanno dato il primo stipendio ma dopo quattro giorni hanno ricevuto il rimborso e questo ha funzionato benissimo. Siccome so che i nostri ristoranti funzionano come una famiglia estesa, non posso immaginare in che condizioni sarei se mi trovassi con tutti i miei ragazzi senza stipendio. So che questo in certe regioni italiane è stato catastrofico". Locatelli, in seguito, ha parlato della possibile riapertura dei ristoranti: "In Italia è importante riaprire la sera, anche in vista della stagione estiva. Inoltre è importante arrivare ad avere dei buoni numeri di vaccinati. Qui a Londra abbiamo riaperto anche per cena lunedì scorso, soltanto all'esterno, e la cosa sta funzionando molto bene. Abbiamo subito riempito i 40 posti della terrazza del ristorante".  

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...