Ufficiale, Pfizer o Moderna per i richiami AstraZeneca

Il Ministero della Salute introduce con una circolare importanti novità per chi ha meno di 60 anni ed ha ricevuto la prima somministrazione del siero anglo-svedese

Ufficiale, Pfizer o Moderna per i richiami AstraZeneca© EPA

ROMA - Con una circolare il Ministero della Salute ha ufficializzato lo stop della somministrazione del vaccino AstraZeneca alle persone al di sotto dei 60 anni di età. Il documento è stato redatto aggiornandolo col nuovo parere del Comitato Tecnico Scientificio sui vaccini. Nel testo, sottoscritto dal direttore della Prevenzione del Ministero Gianni Rezza, si legge che il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca "viene somministrato solo a persone di età uguale o superiore ai 60 anni (ciclo completo)". Per persone che hanno ricevuto la prima dose di tale vaccino e sono al di sotto dei 60 anni di età, si legge, "il ciclo deve essere completato con una seconda dose di vaccino a mRNA (Pfizer o Moderna), da somministrare ad una distanza di 8-12 settimane dalla prima dose".

Coronavirus, Viola: "Non fate la seconda dose di AstraZeneca"

Coronavirus, Burioni su AstraZeneca: "Interessi di multinazionali diversi da quelli della sanità"

AstraZeneca, no agli under 60: richiamo con Moderna o Pfizer

Sono circa 900mila gli italiani sotto i 60 anni che hanno fatto la prima dose di vaccino con AstraZeneca. Per loro il richiamo verrà effettuato con vaccino Pfizer o Moderna. I richiami, come è stato chiarito nella circolare del ministero della Salute, andranno effettuati rispettando il lasso di tempo inizialmente previsto per AstraZeneca, dunque 8-12 settimane dopo la prima dose.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...