Griner resta in Russia: la star Wnba non riesce a contattare la moglie

Quattro mesi di detenzione per la giocatrice statunitense che dichiara: "Sono sconvolta". L'ambasciata americana prosegue il lavoro per riportarla a casa
Griner resta in Russia: la star Wnba non riesce a contattare la moglie

MOSCA (Russia) - Brittney Griner continua la sua detenzione in Russia. La star Wnba, arrestata in aeroporto il 17 febbraio dopo che le autorità hanno affermato di aver trovato cartucce di vaporizzatori contenenti olio di cannabis in una sua borsa, è da 4 mesi in carcere e non riesce ad avere contatti con gli Stati Uniti. La giocatrice nelle ultime ore ha provato a chiamare sua moglie quasi una dozzina di volte attraverso l'ambasciata americana in Russia sabato per il quarto anniversario della coppia, ma non sono mai riusciti a collegarsi poiché la linea telefonica dell'ambasciata non aveva personale. A rivelarlo all'Associated Press, Cherelle Griner aggiungendo che la coppia non parla al telefono dai quattro mesi successivi all'arresto. Il primo contatto sarebbe dovuto avvenire finalmente sabato, con una chiamata tanto attesa, ma nulla è accaduto lasciando un'angosciata Cherelle Griner a chiedersi cosa fosse andato storto. Griner ha detto di aver provato a chiamare 11 volte in un periodo di diverse ore, componendo un numero che le era stato dato all'ambasciata degli Stati Uniti a Mosca, ma ogni volta, la chiamata è rimasta senza risposta perché la scrivania dell'ambasciata dove squillava il telefono era apparentemente priva di personale. "Sono sconvolta, ferita", ha detto Griner; il Dipartimento di Stato ha dichiarato: "Siamo profondamente dispiaciuti che Brittney Griner non sia stata in grado di parlare con sua moglie a causa di un errore logistico". I funzionari statunitensi stanno lavorando dietro le quinte per riportare a casa la due volte medaglia d'oro olimpica dalla Russia.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...