Tuttosport.com

Basket nazionale, Pianigiani incontra Gallinari

L'ala di Denver è fuori causa per l'estate azzurra per l'infortunio al ginocchio che lo terrà fermo fino alla prossima annata. “Ma tornerò a vestire una maglia che regala emozioni uniche”twitta

giovedì 27 marzo 2014

NEW YORK – Poche ore dopo aver incontrato Marco Belinelli, il ct azzurro Simone Pianigiani ha parlato anche con il secondo azzurro NBA, Danilo Gallinari, arrivato a San Antonio al seguito dei Denver Nuggets che hanno affrontato gli Spurs. Il 25enne è fuori causa per l'infortunio al ginocchio, e dopo la terza operazione Gallinari ha dato l'addio ad ogni speranza di giocare in azzurro in estate, ma sta proseguendo con il lavoro fisico con l'obiettivo di rientrare nella prossima stagione.

EMOZIONE AZZURRA - Gallo ha ribadito l'affetto per la maglia azzurra, ricordando l'estate 2012, con l'8-0 nelle qualificazioni europee: «Con Pianigiani ci sentiamo costantemente, incontrarlo di persona a San Antonio mi ha fatto un piacere speciale: lui è sempre molto presente e saperlo così vicino a me e a tutti i giocatori NBA è molto importante. La mia riabilitazione sta andando bene, lavorerò con i fisioterapisti dei Nuggets fino a fine maggio e poi tornerò in Italia: voglio farmi trovare pronto per il training camp della prossima stagione. Mi piacerebbe venire a trovare i ragazzi della nazionale in raduno: nel 2012 abbiamo potuto lavorare insieme e per me si è creata una chimica fondamentale, con Pianigiani e col resto del gruppo. Il mio rapporto con la Nazionale è nato a 14 anni, è un vero e proprio rapporto di amore: le soddisfazioni con la maglia azzurra non te le dà neanche la tua squadra di club perché in nazionale non ci sono business e contratti. E' come quando vado a giocare con i miei amici, una sensazione che non vedo l'ora di riprovare».

ATTESA - Pianigiani, che domani si recherà a Detroit per incontrare Gigi Datome, non vede l'ora di ritrovare in gruppo Gallinari: «Con Danilo c'eravamo sentiti in più occasioni durante questi mesi difficili per lui, ma è stato bellissimo constatare di persona che i suoi occhi sono tornati a brillare, ora che il suo recupero sta andando bene e che ha un’idea chiara del percorso da seguire prima di tornare in campo. Abbiamo parlato di mille cose tra cui il sogno di costruire qualcosa di importante nel corso della sua carriera anche con la maglia azzurra: la scorsa estate Danilo non c'era, eppure con lui sono sceso nei dettagli di quanto è accaduto in Slovenia, segno tangibile di quanto ci sia stato vicino col pensiero. A noi fa piacere trovare un ragazzo nel pieno della sua energia, che sta recuperando con tutte le sue forze per fare un altro passo importante della sua carriera: Danilo merita di fare grandi cose e noi siamo molto contenti che voglia farle anche con la maglia azzurra».

Tutte le notizie di Nazionali

Approfondimenti

Commenti