Tuttosport.com

Basket nazionale, Pianigiani a Detroit da Datome

Il ct incontra l'unico del quartetto NBA virtualmente certo di giocare le qualificazioni europee. Il tecnico dice: “L'attaccamento all'azzurro dei ragazzi deve indurre all'ottimismo per il futuro”twitta

venerdì 28 marzo 2014

NEW YORK – Dopo aver incontrato Marco Belinelli e Danilo Gallinari a San Antonio, Simone Pianigiani ha viaggiato verso est, e la prima tappa è a Detroit, per Gigi Datome. Il rookie dei Pistons è l'unico dei quattro azzurri NBA virtualmente certo di giocare le qualificazioni europee. E questa sera il ct della nazionale assisterà alla sfida tra Detroit e i campioni in carica di Miami, nella notte in cui i Pistons onoreranno la squadra che vinse il primo titolo nel 1989, con Isiah Thomas, Joe Dumars, Bill Laimbeer, Dennis Rodman, Vinnie Johnson e Ricky Mahorn.

PIANIGIANI – Queste le parole del ct dopo aver lasciato il Texas: «Ho trovato Belinelli e Gallinari molto sereni, per ragioni diverse particolarmente carichi e motivati. Sia Marco che Danilo hanno parlato con me delle rispettive esperienze con la nazionale, del legame che si è creato con lo staff e con i compagni di squadra, di quanto quello con la maglia azzurra sia un appuntamento che hanno voglia di rivivere, parlando in proiezione futura, aldilà della contingente impossibilità di Gallinari e delle difficoltà di Belinelli legate al suo impegno con gli Spurs».

OTTIMISMO – Pianigiani, che incontrerà Amedeo Della Valle a Columbus, e poi Andrea Bargnani a New York, esprime ottimismo: «Alla base c’è una diffusa e condivisa disponibilità a ritrovarsi, ho trovato giocatori che si sentono coinvolti in quello che facciamo e condividono ciò che vogliamo essere, in campo e fuori. Al di là di quanto accadrà la prossima estate, dobbiamo essere positivi per il futuro perché questo attaccamento ai valori della maglia azzurra credo sia un aspetto ancora più importante di una partita vinta o persa».

Tutte le notizie di Nazionali

Approfondimenti

Commenti