Tuttosport.com

Nba, Detroit condanna Miami: Wade dice addio con 30 punti
© USA Today Sports
0

Nba, Detroit condanna Miami: Wade dice addio con 30 punti

I Pistons superano 100-93 Memphis ed ammutoliscono l'American Airlines Arena. Magic Johnson si dimette dalla carica di presidente dei Lakers

mercoledì 10 aprile 2019

TORINO - Una festa speciale prima del match, le parole d'affetto di compagni vecchi e nuovi, parenti, amici e persino dell'ex presidente americano Barack Obama, i video sul maxi-schermo che ripercorrono le strepitose giocate effettuate in 14 anni di militanza con Miami e in 16 di Nba, una sorta di passaggio di consegne, lasciando le luci dei riflettori puntate sul figlio Zaire, quindi la prima da titolare in stagione, 30 punti e vittoria: per Dwyane Wade sembrava una notte magica, resa invece tremendamente amara da Detroit che, col 100-93 rifilato a Memphis, condanna gli Heat a restar fuori dai play-off.

ANSIA WARRIORS - Golden State vince ancora e lo fa in modo autoritario, 112-103, anche a New Orleans: un successo inutile ai fini della classifica, coi Warriors ai play-off già da tempo, che arriva in scioltezza, senza i big Durant Thompson e, soprattutto, Steph Curry, perso in corsa per un infortunio alla caviglia che preoccupa e non poco, a quattro giorni dal termine della regular season.

JOHNSON LASCIA - I Lakers cadono 101-104 in casa con Portland, ma la partita passa in secondo piano quando c'è un comunicato della società che scuote Los AngelesMagic Johnson lascia la carica di presidente. Una decisione assolutamente inattesa, nessun organo di stampa, nei giorni scorsi, aveva fiutato qualche malessere, maturata nel corso della stagione per motivi prettamente personali: «Voglio tornare a divertirmi, voglio tornare quello che ero prima di accettare questo lavoro», il commento a caldo.

LE ALTRE - Antipasto del primo turno di play-off ad Ovest, con lo spettacolare 112-111 tra Oklahoma Houston, in una gara decisa dal canestro di Paul George a 1.8 secondi dal gong. Utah strapazza 118-108 Denver con uno stellare Donovan Mitchell che eguaglia, con 46 punti, il proprio massimo in carriera, mentre Charlotte continua a cullare il sogno play-off tornando da Cleveland con un perentorio 124-97: per staccare il pass, servirà una vittoria contro Orlando e, contemporaneamente, una sconfitta dei Pistons New York. Chiudono il quadro il 120-100 di Toronto in Minnesota, il 116-110 di Boston Washington ed il 96-86 di New York Chicago.

Commenti

La Prima Pagina