Tuttosport.com

NBA Playoff, Harden trascinatore: Houston accorcia su Golden State
© USA TODAY Sports
0

NBA Playoff, Harden trascinatore: Houston accorcia su Golden State

Il Barba firma 41 punti e i Rockets passano all'overtime. Ai campioni in carica non basta un Kevin Durant da favola: ora i Warriors conducono la serie per 2-1

domenica 5 maggio 2019

TORINO - Al Toyota Center vige la legge del 'Barba', gli Houston Rockets passano all'overtime contro i Golden State Warriors e tengono viva la serie, grazie soprattutto ai 41 punti di James Harden. Ai campioni in carica non bastano i 46 punti di uno strepitoso Kevin Durant, la squadra di Steve Kerr sbaglia troppi tiri semplici nell'overtime e si divora l'opportunità di portarsi sul 3-0. 

QUANTE EMOZIONI - Un occhio completamente rosso e gonfio non ferma James Harden, ma è Golden State a portarsi avanti nel primo quarto di gioco, che termina 26-25 per i campioni in carica. L'inerzia della sfida cambia quando Capela stoppa una schiacciata di Iguodala e i Warriors nel secondo quarto non trovano più il fondo della retina: i Rockets ne approfittano e allungano fino a toccare il +9 grazie ai canestri di Eric Gordon. Dopo la pausa lunga entra in scena 'il Barba': Iguodala non può fare nulla contro Harden, il quale inizia a infilare un tiro dopo l'altro. Houston rimane a distanza di sicurezza con la doppia cifra di vantaggio, ma deve fare i conti con un altro fenomeno: Kevin Durant. L'ex OKC sforna dieci punti consecutivi e regala il nuovo vantaggio a Golden State. La squadra di coach D'Antoni trova nuova verve con le giocate di P.J. Tucker, ma a meno di un minuto dal termine Iguodala riporta a +2 i Warriors. I Rockets pareggiano e hanno la possibilità di vincere, ma Chris Paul viene fermato da Thompson: per decidere il vincitore serve l'overtime.

ANTETOKOUNMPO TRASCINA MILWAUKEE

SUPPLEMENTARE - L'overtime è tutto di James Harden: prima segna in penetrazione, mentre dall'altra parte Golden State non manda dentro troppi tiri semplici. Steph Curry appoggia male un layup e Thompson sbaglia un jumper da distanza ravvicinata. Sul 121-118 e con 50'' sul cronometro la palla è in mano al solito James Harden: palleggio e step back da tre in faccia a Iguodala. Tre punti. Curry sbaglia ancora: tutto solo prova a schiacciare e si ferma sul ferro. Il Toyota Center ribolle e inizia a far festa quando il Barba mette dentro altri due punti con un floater. La partita finisce 126-121 per i Rockets: Houston accorcia sul 2-1 nella serie. 

Commenti

La Prima Pagina