Tuttosport.com

Nba: Milwaukee ok con Chicago, Washington sorprende Miami

0

Nella notte del rientro di Antetokounmpo dopo due gare di stop, i Bucks proseguono senza problemi la marcia in testa alla Eastern Conference, mentre gli Heat cadono a sorpresa in casa Wizards e Orlando fa lo stesso con Atlanta. Vincono Utah (con Detroit), Minnesota (al supplementare con Brooklyn) e Phoenix (contro Portland)

Nba: Milwaukee ok con Chicago, Washington sorprende Miami
martedì 31 dicembre 2020

TORINO - Milwaukee fa valere il peso del pronostico contro Chicago, lo stesso non capita a Miami, piegata a sorpresa da Washington, e a Orlando, ko contro Atlanta. Nelle altre gare, Minnesota stende Brooklyn dopo un supplementare, mentre è tutto facile per Utah contro Detroit. Phoenix si impone punto a punto su Portland, trascinata dalle sue stelle.

Le gare

I Milwaukee Bucks rimangono ampiamente in vetta alla Eastern Conference dopo aver sconfitto i Chicago Bulls (123-102). Antetekounmpo torna in rotazione in seguito al problema alla schiena e chiude con 23 punti e 10 rimbalzi, supportato da Middleton (25 punti) e dalle difficoltà dei Bulls, con la gara chiusa già a fine terzo quarto. Miami scivola a sorpresa in casa di Washington (105-123), quest'ultima priva di Beal, Bryant, Hachimura, Wagner e del lungodegente Wall. Career-high per Mahinmi (25 punti) e Mathews (28), cui si aggiunge l'exploit di McRae (29) a cancellare il primo quarto da 39 punti degli Heat, poi inibiti dalla difesa di Washington. Dopo due quarti alla pari, Utah accelera nella ripresa e supera Detroit (104-81). Mitchell e Bogdanovic combinano per 40 punti complessivi, solito apporto di Gobert (13 punti e 19 rimbalzi). Atlanta sorprende Orlando 101-93 grazie ai 21 punti dalla panchina di Goodwin - ancora fuori Young per il problema alla caviglia - mentre Phoenix rimonta nell'ultimo quarto per piegare la resistenza dei Portland Trail Blazers di un Lillard da 33 punti: 122-116 il finale, show di Booker (33 punti) e Oubre (29), armati da un Ricky Rubio da 18 punti e 13 assist. Minnesota si impone su Brooklyn al supplementare (122-15) pur essendo ancora priva di Towns e Wiggins: salgono in cattedra Napier (24 punti), il rookie Culver (21 punti, anche se con 21 tiri) e il lungo Dieng (11 e 20 rimbalzi), ai Nets non basta il solo Dinwiddie (36 punti) con Irving e LeVert ancora out.

Caricamento...

La Prima Pagina