Tuttosport.com

Coronavirus, le federazioni americane corrono ai ripari

0

Nba, Nhl, Major League Baseball e Major League Soccer iniziano ad applicare misure restrittive per limitare il diffondersi del Covid-19

Coronavirus, le federazioni americane corrono ai ripari
© EPA
martedì 10 marzo 2020

TORINO - L'allerta coronavirus si allarga oltreoceano. Dopo il rifiuto di LeBron James a giocare a porte chiuse, negli Stati Uniti qualcosa comincia a muoversi. Nba, Nhl, Major League Baseball e Major League Soccer hanno deciso infatti di chiudere l'accesso agli spogliatoi e alle club house a tutto il personale non essenziale. Le federazioni hanno dato l'annuncio in una dichiarazione congiunta affermando di aver preso la seguente decisione "dopo aver consultato esperti di malattie infettive e di salute pubblica". L'Nba ha sottolineato che la mossa non è quella di vietare l'ingresso ai giornalisti ma piuttosto di garantire la sicurezza dei giocatori e del personale in quelle aree. La dichiarazione, in parte, recita: "Dati i problemi che possono essere associati a uno stretto contatto nelle impostazioni pre e post partita, tutti gli spogliatoi e le club house saranno aperti solo ai giocatori e ai dipendenti essenziali delle squadre e delle strutture delle squadre fino al ulteriore avviso. L'accesso ai media verrà mantenuto in luoghi designati al di fuori degli spogliatoi e delle strutture della club house". Le nuove disposizioni temporanee entreranno in vigore oggi inizieranno martedì anche se alcuni team Nhl hanno iniziato ad adottarle dallo scorso fine settimana.

Nba nhl Major League

Caricamento...

La Prima Pagina