LeBron James incontenibile: Lakers in finale Nba nel nome di Bryant

Tripla doppia dell'asso di Los Angeles, che chiude la serie contro i Denver Nuggets, battuti 117-107 in gara 5. Poi la mente va al campione scomparso: "Ogni volta che gioco penso a lui"

LeBron James incontenibile: Lakers in finale Nba nel nome di Bryant© Ansa

ORLANDO (Stati Uniti) -  I Los Angeles Lakers tornano alle Nba Finals dopo dieci anni, l'ultima volta nel 2010 con Kobe Bryant assoluto protagonista. Questa volta il trascinatore dei gialloviola è stato LeBron James, che ha guidato i suoi alla vittoria sui Denver Nuggets anche in gara 5 con il punteggio di 117-107. La serie si chiude così sul 4-1 per i Lakers. King James in 40 minuti ha firmato una tripla doppia da 38 punti, 16 rimbalzi, 10 assist, confermandosi ancora una volta il numero uno quando arrivano i momenti che contano. La superstar di Akron nell'Ohio raggiunge la sua decima finale Nba in carriera con tre maglie diverse, dopo quelle con i Cleveland Cavaliers e i Miami Heat. I Lakers andranno a caccia del loro 17° titolo Nba.

LeBron James ricorda Bryant

"Questo è il motivo per cui sono venuto qui, ma personalmente il lavoro non è ancora finito", ha dichiarato James a fine partita. Per Los Angeles anche 27 punti di Anthony Davis, di cui 16 nell'ultimo quarto. Bene anche Alex Caruso con 11 punti. Non bastano ai Nuggets, capaci di due clamorose rimonte nei turni precedenti contro gli Utah Jazz e i Los Angeles Clippers, i 20 punti di Nikola Jokic e di Jerami Grant, i 19 di Jamal Murray. Ora i Lakers attendono in finale la vincente della finale di Conference ad Est, che vede i Miami Heat del grande ex Pat Riley in vantaggio per 3-2 nella serie sugli storici rivali dei Lakers, i Boston Celtics. Per i Lakers sarà la prima finale dopo la tragica morte di Kobe Bryant, avvenuta lo scorso 27 gennaio. Proprio dell'ex stella gialloviola ha parlato ancora LeBron James, chiamato a Los Angeles proprio per i riportare i gialloviola ai fasti dell'era del Black Mamba. "Ogni volta che indossi la maglia gialloviola pensi alla sua eredità", ha ammesso il fuoriclasse dei Lakers. "Pensi a lui e a cosa ha significato per questa franchigia per oltre 20 anni. Ciò che rappresentava, sia sul parquet che fuori. Cosa pretendeva dai suoi compagni di squadra, cosa pretendeva da se stesso. Abbiamo alcune somiglianze in questo senso", ha concluso King James.

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...