Tuttosport.com

La Lega Basket propone alla Tezenis Verona di partecipare alla Serie A

0

La decisione è stata presa alla luce della scelta di Pistoia di scendere volontariamente in A2. La risposta della società dovrà essere data entro il 25 giugno

La Lega Basket propone alla Tezenis Verona di partecipare alla Serie A
© Ciamillo
giovedì 18 giugno 2020

TORINO - Le porte della Serie A si aprono per Verona. L'Assemblea della Lega Basket, riunita oggi in video conferenza, ha preso atto della volontà di Pistoia di avere dalla Fip il suo riposizionamento nel campionato di Serie A2 e, alla luce della delibera che ha definito un nuovo format per la prossima stagione che prevede 18 formazioni al via, e seguendo il ranking già utilizzato per l'individuazione del Basket Torino Reale Mutua per integrare l'organico lo scorso 15 maggio, ha proposto la partecipazione alla Serie A alla società seconda classificata, la Tezenis Scaligera Basket Verona.

Tezenis Verona, decisione entro il 25 giugno

L'Assemblea ha deciso di posticipare a giovedì 25 giugno il termine entro il quale il club dovrà presentare i documenti necessari per la ammissione al campionato. Le società hanno poi esaminato il planning della prossima stagione e discusso alcune proposte per la premialità degli atleti italiani da presentare alla Federazione. Tra gli argomenti trattati anche la definizione di particolari clausole contrattuali che disciplinino i rapporti tra i club della Serie A e i propri tesserati nel caso in cui intervengano sospensioni o cancellazioni del campionato a causa di un nuovo stato di emergenza sanitaria. La Lega ha verificato la mancanza di consenso da parte delle associazioni di categoria tale da "permettere l'adozione di una scrittura integrativa da inserire come addendum negli Accordi Collettivi in essere. Dopo aver preso atto che non è mai esistito, né ci potrà essere in futuro, allo stato, un documento ufficiale della Lega in tal senso, la stessa ha comunque individuato e condiviso con le società alcune proposte che, nel rispetto del principio dell'insindacabile autonomia contrattuale di ciascuna, potranno essere utilizzate nelle negoziazioni con i propri tesserati". Il presidente Umberto Gandini ha infine aggiornato le società su vari temi, in particolare sugli emendamenti parlamentari presentati al Governo con l'obiettivo di ottenere il credito d'imposta sulle sponsorizzazioni e per il rafforzamento patrimoniale delle imprese. (In collaborzione con ItalPress)

Caricamento...