Tuttosport.com

Under 19 - Alfieri Asti e Santostefanese accusate di illecito sportivo: cosa rischiano le due squadre
0

Under 19 - Alfieri Asti e Santostefanese accusate di illecito sportivo: cosa rischiano le due squadre

Pesanti squalifiche, nei confronti di dirigenti e allenatori, richieste dalla Procura Federale. Motivo? Una presunta combina nell'ultima gara dello scorso campionato

 Anthony Tenerello luned√¨ 10 giugno 2019

La stagione è terminata da pochi giorni, l'estate è ormai alle porte e le vacanze non sembrano più essere un miraggio. Proprio nel periodo più tranquillo dell'anno, però, un fulmine a ciel sereno ha colpito in pieno Alfieri Asti e Santostefanese, accusate di illecito sportivo e a rischio di squalifiche davvero pesanti. Sarebbero addirittura dieci i dirigenti e una trentina i calciatori, quasi tutti minorenni, gli accusati di aver combinato la gara di Juniores, andata in scena il 21 aprile 2018, terminata con un pareggio per 2-2. Un esito che ha permesso alla SantoStefanese di salvarsi ai regionali senza passare dagli scomodi playout. Un giocatore biancorosso ha rivelato che il giorno della gara il loro allenatore avrebbe informato i giocatori che, in base ad accordi intervenuti tra le due società, il match sarebbe dovuto finire in parità. Le indagini, avviate dalla denuncia di un ex dirigente dell'Alfieri, hanno scaturito la richiesta da parte di Marco Scquicquero e Giorgio Ricciardi, rispettivamente procuratore federale interregionale e procuratore aggiunto, di: 5 anni a testa per Ignazio Colonna, presidente dell'Alfieri Asti, per Nicola Lomanto, allora allenatore, e per Pier Paolo Iachello, ex direttore generale; 4 anni per i dirigenti Angelo Civitate e Domenico Redditi. Per la SantoStefanese, invece, 5 anni per il presidente Roccazzella e per il mister Madeo, 4 anni per i dirigenti Mighetti e Di Bella. I 13 ragazzi biancorossi, all'epoca minorenni, hanno concordato un patteggiamento a 7 mesi; 18 mesi per i 16 calciatori avversari che si sono opposti alla sanzione. Come se non bastasse, la Procura ha inoltre chiesto per le due società la retrocessione all'ultimo posto della classifica, sommata ad un'ammenda di mille euro. La sentenza di Paolo Pavarini, presidente del tribunale federale, è attesa per la prossima settimana: si prospettano ore di fuoco e timore sia per l'Alfieri Asti che per la SantoStefanese, impazienti di scoprire il loro futuro. Nella speranza che una tale accusa, completamente disgregativa ai fini dell'immagine del calcio, venga smentita.

Commenti

La Prima Pagina