Alpignano e Cerutti, le strade si dividono

Il direttore sportivo dà l'addio ai colori biancoazzurri con una toccante lettera sui social e ora l'aspetta la nuova avventura al Chieri
Alpignano e Cerutti, le strade si dividono

Le strade id Omar Cerutti e dell'Alpignano si separeranno al termine di questa stagione. A darne comunicazione è stata la stessa società e il diretto interessato. Contestualmente viene annunciata la sua nuova avventura con i colori del Chieri in qualità di nuovo responsabile del Settore Giovanile.

La società USD Alpignano comunica che di comune accordo con Omar Cerutti, lo stesso, non ricoprirà più il suo attuale ruolo. Ringraziamo Omar per gli anni bellissimi trascorsi insieme, non solo un ottimo Direttore Sportivo ma una grandissima persona... Lo ringraziamo per il grande lavoro svolto e i prestigiosi risultati raggiunti e gli auguriamo il meglio”.

Non meno toccanti le parole dello stesso Cerutti nel dare l'addio a quella che è stata la sua “casa” negli ultimi anni: “Se penso al percorso fatto a partire dalla mia prima stagione 2015/16 ad Alpignano, provo emozioni, sensazioni e pensieri che difficilmente si riescono a trasferire su “tastiera” perché unici nel loro effetto! Così come unico ed indelebile sarà per sempre il mio ricordo dell’Alpignano! Non dimenticherò mai il nostro punto di partenza come non dimenticherò mai questo eccezionale punto di arrivo per me, ma che sarà un punto di continuazione per le persone speciali che lo porteranno avanti! Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato con me ora ma anche chi lo ha fatto in passato, contribuendo ai raggiungimenti di tali successi. Passione, Impegno, dedizione, Programmazione, ed umiltà hanno reso loro protagonisti di un film bellissimo ed il “credo” di tutti fuori e dentro al campo ha fatto la differenza! Sono stati 7 anni che non dimenticherò mai più e che porterò per sempre dentro di me. Grazie Family Alpignano, buona vita sportiva e non sportiva a tutti voi”.

Sono orgoglioso di entrare nel mondo Chieri. Parliamo di una delle protagoniste assolute del calcio piemontese e di una società molto ambita. Stefano Sorrentino e Antonio Montanaro mi hanno trasmesso una forte considerazione nei miei confronti fin dai primi colloqui e con loro si è già creato un ottimo feeling. Assumere questo ruolo in un club come il Chieri è una grande responsabilità ma soprattutto un privilegio. L’occasione di poter gestire anche la Juniores Nazionale mi dà un ulteriore stimolo, nonché la possibilità di crescere a livello calcistico. Valorizzare i giovani e portarne il più possibile in Prima squadra è ciò che ho sempre cercato di fare anche ad Alpignano, società che ringrazio per quanto mi ha dato e a cui rimarrò per sempre legato. Desidero ringraziare il Chieri per la fiducia che ha riposto in me e per come mi ha accolto in questi primissimi giorni facendomi subito sentire a mio agio. È doveroso inoltre fare i complimenti a chi ha svolto questo ruolo prima di me: i risultati delle giovanili del Chieri sono sotto gli occhi di tutti e il lavoro realizzato è stato ottimo”. Sono queste le sue prime parole da neo dirigente del Chieri.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...