Tuttosport.com

Champions League, Juventus-Bayern: Mandzukic vs Vidal, la sfida dei grandi ex
© www.imagephotoagency.it

Champions League, Juventus-Bayern: Mandzukic vs Vidal, la sfida dei grandi ex

Il cileno torna a Torino dopo quattro anni fantastici, dove ha conquistato 4 Scudetti, una Coppa Italia e due Supercoppe Italiane. Il croato in due stagioni al Bayern ha vinto due Bundesliga, una Supercoppa di Germania, due Coppe di Germania, ma soprattutto una Champions League, una Supercoppa Uefa e il Mondiale per club.twitta

martedì 23 febbraio 2016

 Marco Gentile

MILANO- La tensione sale. Tutto è pronto per la grande sfida tra la Juventus di Massimiliano Allegri e il Bayern Monaco di Pep Guardiola. Lo Juventus Stadium vedrà di scena il primo atto degli ottavi di finale di Champions League. I bianconeri, che nella passata stagione raggiunsero la finale, non partono affatto sfavoriti contro i Campioni di Germania e quella di stasera sarà la gara giusta per testare le reali ambizioni di entrambe le compagini. Allegri ha recuperato Sami Khedira ma soprattutto il grande ex della sfida, dal dente avvelenato, ovvero Mario Mandzukic. Indisponibili Martin Caceres, che ha finito la stagione, Alex Sandro, Giorgio Chiellini e Kwadwo Asamoah.

IL GRANDE EX- A Torino farà ritorno, per la prima volta da ex, Arturo Vidal che in quattro stagioni in bianconero ha messo a segno 171 presenze impreziosiste da 48 reti. Il classe 87, in estate e dopo la sua cessione al Bayern, aveva fatto delle dichiarazioni non proprio piacevoli per i tifosi bianconeri: “Il ko col Barcellona è stato frustrante e ha influito sulla mia scelta. Con il Bayern posso coronare il sogno di alzare la Champions”. E aveva rincarato la dose nel mese di novembre: “Qui ci sono molte differenze con la Juventus. In questo momento credo di giocare in una squadra più forte; sì, i bianconeri sono è una grande squadra ma anche questa è molto forte, qui ci sono i migliori calciatori del mondo e spero che anche io sarò d’aiuto”. Vidal è stato uno dei punti di forza della Juventus di Conte e di Allegri e la società bianconera ha ricavato circa 40 milioni, comprensivi di tre di bonus, dalla sua cessione. Vedremo questa sera quale accoglienza gli riserveranno i tifosi della Vecchia Signora dopo le sue dichiarazioni di questi ultimi mesi.

LA VENDETTA- Mario Mandzukic ha recuperato a pieno regime dall’infortunio e sarà regolarmente a disposizione di Allegri. Il croato si gioca il posto con Alvaro Morata e solo all’ultimo il tecnico toscano scioglierà ogni dubbio svelando chi dei due avrà vinto la staffetta per affiancare l’inamovibile Paulo Dybala. Il classe 86, ha ancora un conto in sospeso con Pep Guardiola: l’arrivo del tecnico spagnolo in Baviera nel 2013 ha condizionato l’ultima stagione di Mandzukic, 2013-14, al Bayern per via del sistema di gioco adottato dall’ex allenatore del Barcellona. Inoltre, il croato non ha affatto digerito il “taglio” nelle ultime tre giornate che non gli ha permesso di vincere la classifica dei marcatori, facendolo fermare a quota 18 reti, a meno due da Lewandowski che si laureò capocannoniere con 20 reti segnate che prese pure il suo posto in estate al Bayern. L’ex Atletico Madrid, dunque, si vorrà vendicare, sportivamente parlando, di Guardiola e questa sera avrà l’opportunità di farlo segnando almeno un gol contro il suo passato: se lo augurano Allegri, i tifosi bianconeri e tutta la Juventus che, nel contempo. sperano di non subire a loro volta il gol dell’ex da parte di Arturo Vidal.  

Tags: JuventusChampions LeagueBayern MonacoGuardiolaAllegrividalMandzukic

Tutte le notizie di Calcio

Approfondimenti

Commenti