Il passaporto ematico intitolato alla memoria di Carmelo Imbriani

Ad autorizzare l'iniziativa della Fondazione Fioravante Polito è stata la moglie dell'indimenticato ex di Napoli e Benevento. Prima di lui era già toccato ad Andrea Fortunato, Falzetti e Morosini

Il passaporto ematico intitolato alla memoria di Carmelo Imbriani

TORINO - Dopo Andrea Fortunato, Flavio Falzetti e Piermario Morosini il passaporto ematico (una tecnica di prevenzione alle malattie ematiche nel mondo dello sport, che consente di analizzare le caratteristichiche del sangue di un atleta) viene intitolato anche alla memoria di Carmelo Imbriani, ex calciatore di Napoli e Benevento che dei sanniti è stato anche allenatore. Ad autorizzare l'iniziativa della 'Fondazione Fioravante Polito' è stata Valeria Maiello, moglie dell'indimenticato centrocampista campano.

Super Offerta sull'Edizione Digitale

La nostra offerta per il Black Friday!

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...