Tuttosport.com

Corruzione e frode, in manette l'agente di Courtois
© Claudio Zamagni
0

Corruzione e frode, in manette l'agente di Courtois

Arrestato il procuratore Christophe Henrotay, sospettato di riciclaggio di denaro relativo ad alcuni trasferimenti di giocatori, tra cui quello che ha portato Mitrovic al Newcastle

mercoledì 11 settembre 2019

TORINO - La polizia che indaga su sospette frodi legate al trasferimento dell'attaccante serbo Aleksandar Mitrovic al Newcastle ha effettuato perquisizioni tra Belgio, Monaco e a Londra, arrestando due persone: un procuratore di giocatori nel Principato e il suo assistente, a Liegi. Nonostante la procura federale belga non abbia rivelato i nomi, secondo una fonte vicina all'indagine l'agente sarebbe Christophe Henrotay, che ha tra i suoi assistiti, tra gli altri, il portiere Thibaut Courtois, ex del Chelsea e ora al Real Madrid. Henrotay è sospettato di "commissioni fraudolente" nel contesto di un altro trasferimento. L'indagine, che all'inizio dell'anno ha condotto alla perquisizione della sede centrale della Federcalcio belga ma che non aveva portato ad arresti, vuole fare luce sul sospetto riciclaggio di denaro relativo ad alcuni trasferimenti di giocatori, tra cui quello che ha portato Mitrovic da Anderlecht al club di St James Park nel 2015 per 18,5 milioni di euro (13 milioni di sterline). A dirigere l'inchiesta è un magistrato inquirente a Bruxelles dall'organo centrale di corruzione. "I fatti riguardano in particolare operazioni di riciclaggio di denaro e corruzione privata nel contesto dei trasferimenti di calciatori", ha comunicato il procuratore in una nota. L'indagine tuttavia è slegata dal cosiddetto scandalo 'footbalgate' del Belgio, che ha coinvolto circa una ventina di persone tra agenti, arbitri e dirigenti di club. Mitrovic ha trascorso tre stagioni al Newcastle prima di trasferirsi al Fulham nel 2018.

Caricamento...

 

La Prima Pagina