Tuttosport.com

Coronavirus, Spadafora: "Aspettiamo il 18 maggio. La ripresa sarà graduale"

0

Così il ministro per lo Sport e le Politiche giovanili: "La FIGC ha presentato un protocollo, che non è stato ritenuto sufficiente dal comitato tecnico scientifico. Serviranno maggiori approfondimenti"

Coronavirus, Spadafora:
© www.imagephotoagency.it
domenica 26 aprile 2020

ROMA - "Due buone notizie: attività sportiva e motoria nei parchi, mantenendo la distanza di sicurezza e le regole e l'allenamento degli atleti, professionisti e non. Parliamo di sport individuali. Per gli sport di squadra dovremo attendere". Il ministro per lo Sport e le Politiche giovanili Vincenzo Spadafora, ospite a "Che tempo che fa?", commenta la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte. Sul futuro del calcio: "Il mio interesse è che tutto lo sport, non soltanto il calcio, riprenda nel migliore dei modi. Dovremo arrivare al 18 maggio ma vedremo quali saranno le condizioni in cui ci si arriverà. La ripresa deve essere graduale e per questa ripresa servono protocolli rigidi. La FIGC ha presentato un protocollo, ma il comitato tecnico scientifico ha valutato che ancora quel documento non fosse sufficiente, serviranno maggiori approfondimenti in questi giorni e solo in quel momento decideremo se andranno bene per la ripresa o meno. Con il Presidente Gravina ho un ottimo rapporto, ma se andiamo nelle singole realtà la Lega di A non mi pare incline a prendere di buon grado l’eventuale decisione da parte del Governo di sospendere allenamenti e campionati. Si potrà correre il Giro d'Italia di ciclismo? Spero di si, magari nel mese di ottobre come stanno immaginando gli organizzatori" .

Le parole di Spadafora

"Da domani la società Sport e Salute sarà in grado di emettere i primi 27mila bonifici per i lavoratori dello sport. Ci abbiano messo un po' più di tempo rispetto a quelli dell'Inps perchè quel mondo non era regolamentato o tutelato nè aveva garanzie di ricevere i contributi previsti dal decreto di marzo. Siamo riusciti a estendere il bonus di 600 euro anche a loro" ha detto Spadafora. "Inoltre non c'è più il tetto dei diecimila euro di reddito per avere preferenzialmente il contributo - ha aggiunto il ministro -. Tutti coloro che hanno fatto domanda a Sport e salute riceveranno il contributo. Infine, tale sostegno sarà riproposto anche per il mese di aprile". Spadafora ha anche ricordato che in favore del mondo dello sport da questa settimana sarà disponibile presso l'Istituto per il credito sportivo un fondo di 100 milioni per finanziamenti in favore delle società sportive".

Coronavirus spadafora Serie A

Caricamento...

La Prima Pagina