Dalla Spagna: "Luis Rubiales nella bufera: festini e orge pagati coi soldi della Federcalcio"

La confessione dello zio Juan alle autorità anticorruzione riportata da "El Mundo": "Era tutto fatto per rendere la vita del presidente più facile"
Dalla Spagna: "Luis Rubiales nella bufera: festini e orge pagati coi soldi della Federcalcio"© AFPS

MADRID (Spagna) - Il nome di Luis Rubiales torna al centro della bufera a causa dello zio Juan, che come riportato da El Mundo avrebbe confessato di aver sperperato in maniera illecita soldi pubblici per pagare spese e gestioni esterne - messe successivamente sul conto della Federazione - con il coinvolgimento diretto del nipote, attuale presidente in carica della Federcalcio spagnola. Come spiegato dallo stesso Juan Rubiales, infatti, il suo lavoro era indirizzato a "rendere la vita del presidente più facile, il che significava organizzare e coordinare trasferte, agenda, relazioni istituzionali e organizzazione del consiglio di amministrazione, assemblee", come si apprende dalle dichiarazioni messe a verbale. Juan ha poi sganciato un'ulteriore bomba portando alla luce anche l'organizzazione di numerosi festini privati, tra i quali uno "in uno chalet privato a Salobreña (Andalusia, ndr) all'inizio del 2020". "C'era una struttura esclusivamente messa a disposizione per il divertimento suo (di Luis, ndr) e dei collaboratori più stretti, pagata con le carte aziendali della stessa Rfef. Ci fu anche la presenza di un gruppo di otto o dieci ragazze che furono invitate a quella festa", ha raccontato Juan alle autorità dell'anticorruzione.

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...