Europei Beach Soccer, ancora un trionfo per l’Italia: ora il match decisivo

Due su due per gli azzurri che mettono ko anche l'Ucraina. Domani affronteranno i padroni di casa per la fase finale della competizione

Europei Beach Soccer, ancora un trionfo per l’Italia: ora il match decisivo

Continua il sogno dell'Italia agli Europei di Beach Soccer in Portogallo. Nella fase finale dell'Europeo volano alto gli azzurri di Del Duca che, dopo la Svizzera, battono 5-3 anche l'Ucraina, guadagnandosi così la possibilità di giocare il match decisivo di domani (ore 16.45) contro i padroni di casa, il Portogallo, con concrete chance di raggiungere la finale. Dopo un primo tempo in equilibrio, nei successivi due è uscita fuori tutta la superiorità dell'Italia, che è riuscita nel finale ad arginare il tentativo di rimonta ucraino.

La vittoria dell'Italia

Del Duca parte con Paterniti, Ramacciotti, Marinai, Giordani e Gori in quintetto. Il risultato si sblocca dopo quasi 5' del primo tempo: Zurlo si guadagna un calcio di rigore e lo trasforma, dedicando poi il gol - con tanto di maglia - al cugino Francesco, tragicamente scomparso ad agosto in un'incidente stradale. Pericolosa anche l'Ucraina, con una doppia conclusione di Pashko, respinta da Paterniti. Niente da fare, per il portiere azzurro. Da un altro tiro dalla distanza di Casapieri nasce anche il 3-1: stavolta l'ultimo tocco è di Zurlo, che con un colpo di coscia porta a due i gol di vantaggio. Stesso schema poco dopo: destro di Casapieri, girata di sinistro di Gori e poker azzurro. Nel terzo periodo l'Italia allunga ancora, e lo fa con un'azione bellissima: Ramacciotti cambia fronte per Giordani, che offre a Gori un pallone soltanto da spingere in rete. L'Ucraina rischia il tutto per tutto, con Korniichuk portiere di movimento, e gli effetti si vedono: Zborovskyi in rovesciata riduce lo svantaggio (5-2), poi Voitenko nel finale accorcia ancora. Ma è troppo tardi e l'Italia vince ancora.

La dedica di Zurlo

Emozionato e commosso Emanuele Zurlo al termine della partita: "Con gli Ucraini sono sempre state battaglie – afferma l’attaccante Azzurro – oggi siamo stati bravi ma dobbiamo vincere la guerra: conquistare la finale domani contro il Portogallo e tornare a casa con la coppa”. La sua dedica particolare: “A mio cugino Francesco, scomparso tragicamente da poco. Eravamo molto legati e dedico a lui questa vittoria. Un bacio per lui, nel cielo”

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...