Caos in Libertadores: maxi rissa tra Atletico Mineiro e Boca Juniors

Al termine dell'ottavo di finale di Coppa Libertadores scontri tra brasiliani, argentini e forze dell'ordine: 8 fermati

Caos in Libertadores: maxi rissa tra Atletico Mineiro e Boca Juniors

Al termine dell'ottavo di finale di Coppa Libertadores tra Atletico Mineiro e Boca Juniors, è successo il finimondo. Lavandini e transenne che volano, bottigliette d'acqua lanciate verso i rivali e i responsabili delle forze dell'ordine, costretti ad intervenire con lo spray al peperoncino. Negli spogliatoi dello stadio Mineirao è scattata una maxi rissa. Qualcuno ha denunciato l'uso di spranghe, altri hanno fatto volare lavandini. Il presidente dell'Atletico Mineiro Sergio Coelho ha lanciato bottigliette d'acqua verso la delegazione del Boca. Gli argentini sarebbero stati visti invece attaccare agenti della security con lanci di transenne.

Boca Juniors, 8 fermati: 5 sono calciatori

Per mettere fine alle ostilità si è reso necessario l'intervento della polizia militare, che ha allontanato i protagonisti con lo spray al peperoncino. Qualche giocatore del Boca è stato costretto a rientrare in campo dopo aver accusato un malore. Secondo le informazioni diffuse dalla polizia brasiliana sarebbero stati fermati 8 componenti dello staff del Boca: i calciatori Zambrano, Izquierdoz, Rojo, Garcia e Villa e gli assistenti Gayoso, Somoza e Cascini. Sul campo la gara è terminata con il successo (ai rigori dopo lo 0-0 al termine della sfida) dei brasiliani, che si sono qualificati per i quarti di finale

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...