Psg, altro scandalo: “Pagava account fake, perseguitavano Rabiot”

L'indiscrezione di Mediapart scuote il club parigino, che replica immediatamente: "Neghiamo fermamente queste accuse"

PARIGI (Francia) - Prima la presunta rottura con Kylian Mbappé (con possibile addio nel mercato di gennaio), adesso una nuova grana con la quale si deve confrontare il Psg. Come riportato da Mediapart, infatti, il club parigino negli ultimi anni avrebbe incaricato un'agenzia esterna di creare una serie di account twitter falsi (tra cui ci sarebbe "Paname Squad"), con lo scopo di condurre campagne violente contro i media, altre personalità del mondo del calcio e non solo.

Psg, account fake contro Rabiot

Tra gli obiettivi, infatti, ci sarebbero stati pure alcuni suoi tesserati, come Kylian Mbappé, l'attuale centrocampista della Juve Adrien Rabiot e il dirigente Antero Henrique. Accuse durissime nei confronti della società di Al Khelaifi, che non ha tardato a replicare alle indiscrezioni del media francese: "Il Psg nega fermamente le accuse di Mediapart. Il Psg è un marchio internazionale che lavora con le agenzie di social media ovunque per promuovere e celebrare i successi del club, dei suoi dipendenti e dei suoi partner, come qualsiasi azienda. Non è mai stata contattata un'agenzia per fare del male a qualcuno".

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...