Tuttosport.com

Community Shield: Leicester-Manchester United 1-2, ancora Ibrahimovic
© EPA

Community Shield: Leicester-Manchester United 1-2, ancora Ibrahimovic

Lo svedese mette le mani sul suo primo trofeo inglese. Sorride Mou, la squadra di Ranieri si riconferma ai livelli della passata stagione twitta

domenica 7 agosto 2016

LONDRA (INGHILTERRA) - A Ibrahimovic servono poco più di 80 minuti per mettere la firma sul suo primo trofeo in Inghilterra. Il campione svedese non brilla, anzi, spesso è totalmente avulso dalla manovra del Manchester United, ancora troppo macchinosa, ma non gli serve essere il migliore in campo per vincere il Community Shield. Ibra si conferma, per l'ennesima volta, il mattatore dei trofei nazionali: è la sua 10ª Supercoppa dopo le 3 vinte in Italia, le due in Spagna, le 3 in Francia e quella in Olanda. Mou e Zlatan iniziano al meglio la loro avventura con i Red Devils, aspettando l'ufficialità di Pogba.

IL MATCH - Il Leicester si conferma un'ottima squadra. Le Foxes di Ranieri reggono fino alla fine, lottando anche dopo lo svanaggio degli ultimi minuti, ma poi le qualità dell'armata dello Special One hanno il sopravvento. Apre le marcature il giovane Lingard, mattatore anche in finale di FA Cup che batte Schmeichel dopo un'eccezionale azione personale: una serpentina dal centrocampo fino alla porta. Il pareggio arriva all'inizio del secondo tempo con il solito Jamie Vardy che, come al solito, si butta sullo sciagurato retropassaggio di Fellaini. All'83, però, Ibrahimovic, di testa, scrive il suo nome sul 22° trofeo della sua carriera, il 1° in Inghilterra. Lo svedese sovrasta il difensore, probabilmente appoggiandosi in maniera fallosa sull'avversario, ma l'arbitro non fischia. Per il Manchester United è il 21° Community Shield, il record in Inghilterra. 

RIVIVI LA FINALE TRA IL LEICESTER E IL MANCHESTER UNITED

IL MANCHESTER UNITED: "POGBACK"

Tags: Manchester UnitedLeicesterIbrahimovicMourinhoVardyLingardRanieri

Tutte le notizie di Premier League

Approfondimenti

Commenti