Chelsea, guai in vista per Abraham: indagato per un party

L'attaccante dei Blues ha partecipato ad una festa a cui erano presenti anche Chilwell e Sancho

© EPA

LONDRA - Guai in vista per Tammy Abraham. L'attaccante del Chelsea è finito al centro di un'indagine della Federazione inglese per aver violato le norme anti-covid. Come riporta il Sun, il calciatore classe '97 nei giorni scorsi ha partecipato ad una festa a sorpresa per il suo compleanno dove erano presenti anche Ben Chilwell, compagno di squadra, e Jadon Sancho, esterno del Dortmund. Al party hanno partecipato più di sei persone, considerato il limite massimo per le riunioni di gente non appartenente allo stesso nucleo familiare e per questo la Federazione inglese ha deciso di indagare. Parlando al giornale, Abraham si è giustificato, dicendo di non essere a conoscenza della festa e ha chiesto scusa per l'ingenuità mostrata, dopo la partecipazione alla festa. "Non accadrà più", ha aggiunto il giocatore dei 'Blues'.

L'attaccante era stato protagonista di un altro episodio durante la partita contro il Crystal Palace di sabato 3 ottobre, vinta dagli uomini di Lampard 4-0. Prima che venisse calciato il secondo rigore della partita assegnato al Chelsea, Abraham aveva preso il pallone ed era deciso a battere il penalty nonostante il tiratore designato fosse Jorginho. A risolvere la questione ci ha pensato il capitano Cesar Azpilicueta, che ha strappato la sfera dalle mani del numero 9 per porgerla all'ex Napoli che ha siglato la doppietta.

Commenti