Ronaldo ancora a segno, United in testa. Tottenham di Paratici ko

I Red Devils vincono 2-1 in rimonta sul campo del West Ham. Il Chelsea di Lukaku si impone 3-0 contro gli Spurs. In gol Thiago Silva, Kanté e Rudiger

Ronaldo ancora a segno, United in testa. Tottenham di Paratici ko© Getty Images

LONDRA (INGHILTERRA) - Doppia festa per Cristiano Ronaldo, che trova il quarto gol in tre gare con lo United e l'aggancio in vetta al Liverpool. Pesante il successo per 2-1 in rimonta e con il brivido sul campo del West Ham (imbattuto prima di questa gara), che consente ai 'Red Devils' di rialzarsi al meglio dal ko incassato in Champions dagli svizzeri dello Young Boys, contro i quali non era bastato CR7. È stato proprio il portoghese a rispondere nel primo tempo al gol di Benrahma (complice la sfortunata e decisiva deviazione di Varane), prima della perla nel finale dell'ex di turno Lingard (entrato al posto di Pogba) e del rigore concesso dal Var e sbagliato nel recupero per i londinesi da Nobel, ipnotizzato da De Gea. In testa anche il Chelsea dopo la vittoria per 3-0 in casa del Tottenham grazie alle reti di Thiago Silva, Kanté e Rudiger. 

La classifica della Premier League

Ronaldo punge ancora, United in vetta

Al London Stadium titolare in difesa Ogbonna, ex Juve e Toro, chiamato a tenere a bada Cristiano Ronaldo, punto di riferimento offensivo nel 4-2-3-1 di Solskjaer con Pogba sulla linea dei trequartisti. Lo United prova a prendere subito in mano il comando delle operazioni, ma sotto la spinta dei propri tifosi il West Ham non rinuncia a pungere spaventando gli ospiti con Bowen, prima murato dalla difesa (17') e poi fermato una parata di da De Gea (23'). Nei 'Red Devils' c'è però qualità e la sfoggia tutta Bruno Fernandes in uno splendido sinistro di controbalzo, su cui è però fenomale Fabianski che con la punta delle dita devia la palla sul palo (27'). Un intervento decisivo, considerando che pochi minuti dopo i londinesi passano in vantaggio: Benrahma riceve palla al limite e calcia in porta, trovando la sfortunata deviazione di Varane che spiazza De Gea (30'). Allo United serve una scossa e questa arriva dal tandem portoghese: 'pennellata' di Bruno Fernandes per Ronaldo, che scatta sul filo del fuorigioco e supera Fabianski in due tempi (35'). L'ultima occasione prima del riposo è però del West Ham, con Vlasic che sfiora la traversa con il sinistro (42'). Nella ripresa il copione non cambia, con lo United avanzato nell'intento di innescare i suoi talenti e un coraggioso West Ham pronto a ribattere colpo su colpo. Le fatiche europee però si fanno sentire e latitano le occasioni, Pogba viene richiamato in panchina (dentro Lingard) e sono vane le proteste di Ronaldo quando va giù in area su contatto con Coufal (76'). La gara si riaccende però nel finale con una perla dell'ex di turno, proprio Lingard, gettato nella mischia da Solskjaer e a segno all'89'. Il West Ham non ci sta e va all'arrembaggio, trovando il rigore per un tocco di mano di Shaw visto dal Var: sul dischetto va Nobel ipnotizzato da De Gea, che respinge il pallone e regala successo e vetta allo United.

West Ham-Manchester United: statistiche e tabellino

Tris del Chelsea contro il Tottenham

Quarta vittoria nelle prime cinque partite di Premier per il Chelsea di Lukaku che supera 3-0 il Tottenham. Grazie a questi tre punti i Blues raggiungono in vetta alla classifica, a quota 13 punti, Liverpool e Manchester United. Seconda sconfitta consecutiva per il Tottenham che resta in settima posizione a -4 dal trio di testa. L'undici di Tuchel sblocca il match in apertura di secondo tempo, al 49', grazie a un colpo di testa di Thiago Silva sugli sviluppi di un corner. Al 57' il Chelsea raddoppia con un tiro dalla distanza di Kanté deviato da Dier che non lascia scampo a Lloris. A quindici minuti dal termine ancora Thiago Silva si rende pericoloso di testa ma Lloris si oppone alla grande. All'80' ancora l'estremo difensore degli Spurs chiude la porta a Werner, subentrato ad Havertz. All'86' anche Lukaku prova ad iscriversi al tabellino dei marcatori ma il suo colpo di testa è centrale. Nel finale l'ex Roma Rudiger fissa il risultato sul 3-0 con una girata dal centro dell'area di rigore. 

Tottenham-Chelsea, tabellino e statistiche

Vola il Brighton: Leicester ko

Nel primo tempo dell'Amex Stadium il Brighton spinge. E se il tiro di Maupay viene respinto dalla difesa (14'), al 20' servono i riflessi di Schmeichel per salvare il Leicester sul tentativo di March. La pressione dei padroni di casa viene premiata al 35', quando il Var vede un tocco di mano in area da parte di Vestergaard: è calcio di rigore e Maupay non sbaglia. All'intervallo sotto di un gol, Brendan Rodgers prova a ridisegnare le 'Foxies' con l'ingresso di Lookman per Maddison, ma dopo appena cinque minuti è di nuovo quella di Graham Potter a passare su calcio piazzato: cross Trossard e stacco vincente di Welbeck, che di testa fa 2-0. Troppo presto per arrendersi secondo Vardy, che riceve palla da Tielemans e riapre i giochi spedendola all'angolino di sinistro (61'), mentre il Var poco dopo vede un fuorigioco e il gol del possibile pari vienne annullato a Lookman (67'). E sempre per fuorigioco ne viene annulato un altro a Ndidi (86'): è l'ultimo brivido,Leicester ko e festa del Brighton si gode il secondo posto a -1 dalle capolista.

Brighton-Leicester: statistiche e tabellino

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...